(S)Visti da Lontano – Occorre meno nervosismo per non rovinare il buon andamento del Grifone

Il Genoa non avrà Juric, espulso ieri, al derby: un'assenza molto pesante

45

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Il Genoa si suicida anche con l’Empoli, utilizzando la pistola passatagli da un veramente pessimo arbitro Pairetto. Lazovic porta il revolver alla testa del Grifone e spara, facendosi buttare fuori dopo 1/3 di partita per due falli abbastanza inutili.

Il Genoa è riuscito a terminare in 11 solamente tre partite, quelle con Cagliari, Crotone e Napoli. Il Genoa è finito in meno di 11 in ben 4 occasioni: contro il Sassuolo (espulso Veloso), il Pescara (rosso a Edenilson e Pandev), contro il Bologna (fuori Gentiletti) e appunto ieri contro l’Empoli.

Il desolante profilo disciplinare è aggravato dalla seconda espulsione di fila di Ivan Juric, cioè di colui che dovrebbe guidare la squadra chiedendo alla squadra si grinta e intensità, ma anche equilibrio e intelligenza emotiva.

Le immagini degli strali di Juric contro il veramente pessimo Pairetto sono subito diventate molto “social” tra la tifoseria, esaltata dallo spirito battagliero del croato.

Gli strali di Juric indicano invece che il tecnico sta trasmettendo nervosismo ai propri calciatori. E questo non è bene, perché rovina quanto, tanto, di buono il Grifone sta facendo.

Il Genoa per questo nervosismo ha gettato alle ortiche quattro punti e importanti opportunità di classifica. E questo a prescindere dagli ultimi due pessimi arbitraggi interni.

Inutili trovare alibi. Come abbiamo condannato la reazione di Pandev in Genoa-Pescara, dobbiamo condannare la reazione di Juric in Genoa-Empoli.

Il tecnico si prenderà una squalifica esemplare e salterà sicuramente il derby. La sua sarà un’assenza importante.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.