Laxalt porta in paradiso il Genoa: sei punti in una settimana

L'uruguagio è l'uomo in più del Grifo che torna a intravedere la metà della classifica dopo mesi di purgatorio

79
Genoa in gol (Foto Paolo Bruno/Getty Images)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Equilibrio e poco spettacolo al Bentegodi, dove entrambe le squadre partono dalla fase difensiva per vincere. Il Genoa monopolizza i primi venti minuti di partita senza però concludere verso Sorrentino; il Chievo migliora nella seconda metà di tempo, con un possesso palla superiore e un approccio pià propositivo al match. Pandev segna al 36′ ma da posizione di fuorigioco: chiamata corretta della squadra arbitrale.

Il Genoa tiene botta a un Chievo non irresistibile ed esce negli ultimi quindici minuti. Rock ‘n roll Grifo che alza il baricentro e sfrutta una grande brillantezza atletica. Sorrentino compie un miracolo su Pandev salvando con la faccia il tiro del macedone: il gol arriva nel primo dei tre minuti di recupero con Diego Laxalt, l’uomo in più del Genoa. Sinistro e tre punti per una domenica rossoblù semplicemente perfetta.

CHIEVO VERONA-GENOA 0-1 (0-0)
Marcatori:
90’+1 Laxalt (G).
Chievo Verona (4-3-1-2): Sorrentino; Depaoli, Bani, Gamberini, Gobbi; Giaccherini (58′ Castro), Radovanovic, Bastien; Birsa (77′ Gaudino); Inglese (59′ Pellissier), Meggiorini. All. Maran A disposizione: Confente, Seculin, Cesar, Dainelli, Hetemaj, Jaroszynski, Pucciarelli, N. Rigoni, Stepinski.
Genoa (3-5-2): Perin; Biraschi, Spolli, Zukanovic; Pereira (70′ Lazovic), L. Rigoni, Bertolacci, Hiljemark (75′ Bessa), Laxalt; Pandev, Galabinov (45′ Lapadula). All. Ballardini A disposizione: Lamanna, Zima, Cofie, El Yamiq, Medeiros, Migliore, Omeonga.
Ammonizioni: 14′ Spolli (G), 66′ Castro (C).
Tiri in porta: 1-3
Calci d’angolo: 3-7
Possesso palla:
51%-49%
Note: 1′, 4′ di recupero.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.