Sturaro e Pandev: paradiso Genoa. Affondata la Juventus

Il Grifone annichilisce i sette volte campioni d'Italia: è il capolavoro di Prandelli

2071
Sturaro Genoa
Stefano Sturaro (dalla sua pagina Facebook)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Il Genoa e i genoani vedono il paradiso con il 2-0 alla Juventus. Le firme sono di Stefano Sturaro, ex bianconero fino a gennaio, e Goran Pandev. Bianconeri al primo ko stagionale in campionato.

Primo tempo – Il Genoa aggredisce la Juventus e nella prima frazione di gioco costruisce due palle gol. La prima capita al 15′ sul sinistro di Sanabria, un tiro che equivale a un rigore in movimento: straordinario Perin a mettere in angolo. Il Grifone di Prandelli ci crede e il 28′ è un minuto decisivo: Romero colpisce il palo, sul cross seguente c’è il “mani” di Cancelo. Di Bello decreta il rigore per i rossoblù ma il Var sovrascrive la decisione rivelando il previo fallo di mano di Kouamé. Il primo tempo termina con l’occasione capitata sui piedi di Rolon: palla altissima, calciata dentro l’area di rigore.

Secondo tempo – La Juventus parte forte e al 56′ passa in vantaggio con Dybala: il Var, però, nega il gol ai bianconeri per l’iniziale fuorigioco di Emre Can. Come sempre c’è tanto agonismo in campo e il Genoa chiude ogni linea di passaggio alla Juve. Al 70′ Prandelli sceglie Stefano Sturaro, al suo secondo debutto rossoblù, e due minuti dopo mette la palla in rete. Macroscopico errore di Perin che smanaccia appena il destro sul secondo palo del matuziano ex Juventus. Il Genoa non molla e all’82’ infilza la Vecchia Signora con un contropiede perfetto: Kouamé per Pandev, diagonale e gol. Il paradiso rossoblù.

GENOA-JUVENTUS 2-0 (0-0)
Marcatori:
72′ Sturaro (G), 81′ Pandev (G).
GENOA (4-4-2): Radu; Pereira, Romero, Zukanovic, Criscito; Lazovic (70′ Sturaro), Radovanovic (76′ Veloso), Rolon, Lerager; Kouamé, Sanabria (60′ Pandev). All. Prandelli A disposizione: Jandrei, Marchetti, Günter, Lapadula, Pezzella, Biraschi, Mazzitelli, Bessa, Dalmonte.
Juventus (3-5-2): Perin; Caceres, Bonucci, Rugani; Cancelo (60′ Bernardeschi), Can, Pjanic, Bentancur (77′ Spinazzola), Sandro; Dybala, Mandzukic (74′ Kean). All. Allegri A disposizione: Szczesny, Pinsoglio, Chiellini, Matuidi, Nicolussi-Caviglia, Moreno.
Arbitro:
Marco Di Bello (Brindisi).
Ammonizioni: 3′ Romero (G), 5′ Sandro (J), 23′ Caceres (J), 82′ Pandev (G), 85′ Can (J).
Tiri in porta: 5-0
Calci d’angolo: 6-6
Possesso palla:
43%-57%
Note: 2′ e 4′ di recupero; 12.691 paganti per 453.666 €, 18.004 abbonati quota gara 177.837.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.