Boca Juniors campione: e la Bombonera è anche rossoblù

Trentaquattresimo titolo nazionale per gli Xeneizes

5975
Boca Juniors Genoa Club Argentina
Patricio Celia, Mattia Beccaro, Gianluca e Sergio Brignardello (con la maglia del Genoa)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Il Boca Juniors è campione d’Argentina per la trentaquattresima volta. Per i bosteros è il quarto titolo nazionale negli ultimi sei anni: la squadra di Russo ha strappato la corona al Racing di Avellaneda del direttore sportivo Diego Milito. Decisiva la vittoria per 1-0 (firmata dall’Apache Tevez) sul Gimnasia La Plata e il contemporaneo pareggio del River Plate a San Miguel de Tucuman contro l’Atletico. Finale di stagione da batticuore: Boca 48 punti, Millonarios fermi a 47. Sessantanovesimo trofeo in centoquindici anni d’incredibile storia Xeneize.

Ma alla Bombonera non era presente solo Diego Armando Maradona, che ha mimato il gesto della gallina irridendo il River Plate (soprannominati dispregiativamente gallinas dal 1966 quando persero la Libertadores contro il Peñarol, da 2-0 a 4-2). Tra i cinquantamila dell’impianto della Boca era presente anche il Genoa Club Argentina con i suoi rappresentati: Gustavo, Facundo Codroipo, Gianluca e Sergio Brignardello. Una maglia del Grifone, una sciarpa rossoblù. Quanto basta per confermare, se ce ne fosse il bisogno, l’indissolubile legame storico-calcistico tra Genova e Buenos Aires.

Di seguito Pianetagenoa1893.net pubblica una fotogallery della grande serata di futbol alla Bombonera.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.