Giovanni Ayroldi ed il Genoa: un solo positivo precedente arbitrale

In cabina di regia Var andranno Luca Banti e Sergio Ranghetti

872
Ayroldi
Giovanni Ayroldi

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

A Giovanni Ayroldi da Molfetta, 39 anni la prossima settimana, l’onore di aprire la stagione sportiva del Grifone, impegnato fra poche contro il Crotone al “Luigi Ferraris”. L’arbitro della sezione Aia della sua città natale ha in archivio una sola gara con i rossoblù fra le contendenti: Genoa-Ascoli del 4 dicembre 2019, valida per il quarto turno eliminatorio della Coppa Italia e vinta dai padroni di casa per 3 a 2.
Il cognome Ayroldi non è nuovo nel panorama calcistico nazionale: il papà Stefano e lo zio Nicola Giovanni, infatti, sono stati anche loro arbitri. Mentre con il primo il Genoa non ha mai avuto a che fare, con il secondo ha diretto ventuno incontri dei rossoblù fra il settembre 1999 ed il marzo 2009.
Giovanni Ayroldi sarò coadiuvato da Alessandro Giallatini (Roma 2) e Giuseppe Marco Macaddino (Pesaro), chiamati a controllare le linee laterali, e da Gianluca Manganiello nella funzione di quarto ufficiale di gara. Con il primo assistente, in archivio a Marassi un pareggio ed una sconfitta, mentre con il secondo assistente due vittorie su due designazioni. Gianluca Manganiello, invece, non è mai stato designato nel ruolo di quarto ufficiale per gare interne del Genoa.
In cabina Var andranno l’esperto Luca Banti (Livorno) e Sergio Ranghetti (Chiari). Con il primo – che dalla scorsa stagione è nel ruolo degli arbitri Var Pro – il Genoa non ha mai perso fra le mura amiche del “Luigi Ferraris”: su quattro designazioni per la visione delle immagini televisive, gli annali riportano tre vittorie ed un pareggio. Con l’arbitro AVar, invece, in casa il Grifone ha collezionato tre vittorie e due sconfitte. Curiosamente, si nota come Sergio Ranghetti versione AVar non sia mai stato designato per gare esterne del Genoa.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.