Ventura: “Qualcosa cambierò nella formazione”. Buffon: “Abbiamo bisogno dell’aiuto dei tifosi”

Domani a San Siro gli azzurri devono ribaltare il risultato di 1-0 subito in Svezia. Il ct: "La tattica è importante, ma da sola non basta, come non bastano da soli cuore e determinazione"

79
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

[tps_title]Ventura[/tps_title]

Durante la conferenza stampa odierna ad Appiano Gentile, la “casa” dell’Inter dove gli azzurri preparano la gara, Gian Piero Ventura ha dichiarato di volersi subito riscattare e di conquistare a tutti i costi il suo decimo successo da ct: “Abbiamo analizzato la gara di venerdì – dichiara il Commissario tecnico – prendendo coscienza che abbiamo fatto delle cose e che ne potevamo fare molte di più. La tattica è importante, ma da sola non basta, come non bastano da soli cuore e determinazione. Le tre cose insieme ti garantiscono il successo”. Ventura è stato aspramente criticato per le sue scelte e la sua strategia di gioco: “Ci vorrebbero mesi per ascoltarli tutti – dice sorridendo – un allenatore li ascolta, ma poi decide sempre di testa sua. Quando sono arrivato in Nazionale lo scenario era questo: si qualificava direttamente al Mondiale una sola e nel girone c’era la Spagna. Il percorso è stato buono, avevamo messo in preventivo che la Spagna era più forte e sapevamo che probabilmente saremmo andati ai play off. Ora ci siamo, se perderemo si faranno certe considerazioni, se vinceremo se ne faranno altre”.
Venerdì al termina della partita persa a Solna il ct non aveva nascosto il malcontento per un arbitraggio un po’ troppo permissivo: “Ho detto che la gara poteva essere gestita in modo più corretto, ma non entro nel merito. Certo che se uno gioca con un naso fratturato, un minimo di dispiacere c’è. Ma noi siamo l’Italia e se ci qualifichiamo dobbiamo farlo giocando a calcio. Mi auguro che ci sia grande rispetto nel corso della partita”. Domani non ci sarà Marco Verratti, ammonito a Solna e squalificato per la partita di ritorno a San Siro: inoltre sono previste alcune novità anche in considerazione del fatto che si tornerà in campo a sole 72 ore dalla gara d’andata. Possibile l’accantonamento di De Rossi. “Qualcosa cambierò e speriamo di cambiare in meglio, ma questo lo vedremo alla fine della partita” conclude Ventura.

Gian Piero Ventura, ct dell'Italia (Foto Claudio Villa/Getty Images)
Gian Piero Ventura, ct dell’Italia (Foto Claudio Villa/Getty Images)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.