VIDEO, Prandelli: «Questa è la partita della stagione»

«Affrontiamo una grande squadra, ma in questo periodo possiamo farcela. La fiducia è contagiosa, non bisogna mai smarrire l'obiettivo e le idee che abbiamo, soprattutto nei momenti di difficoltà»

1140
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Consueta conferenza di vigilia per mister Prandelli. Alle porte la sfida all’Atalanta del grande ex Gasperini, con gli orobici in lizza per un posto nell’Europa dei grandi, mentre i rossoblù sono a caccia degli ultimi punti per garantirsi la permanenza in serie A. Di seguito le dichiarazioni di Cesare Prandelli dal “Pio XII”. «Partita in cui vogliamo essere in gara dal primo all’ultimo minuto, loro sono una  squadra solida e compatta ma cercheremo di sfruttare i loro punti deboli.  La preparazione fisica ottima in vista dell’Atalanta, mentale anche, siamo pronti per questa battaglia. Quando perdi dei giocatori strada facendo come Hiljemark, Sturaro e Mazzitelli tutte le volte devi cercare di adattare un giocatore al tipo di gioco che facciamo. Cercheremo di mantenere le distanza tra i reparti e  la squadra compatta, così puoi aiutarti sui raddoppi. Serviranno per limitare Ilicic: il giocatore più importante del calcio italiano con la palla tra i piedi. L’ obiettivo è  mantenere la squadra compatta. L’ Atalanta nel tempo ha trovato la giusta identità,  hanno dato continuità al progetto tecnico che a volte nel calcio è utopia, ma a Bergamo è realtà. Gasperini è un  allenatore con le  idee ben chiare,  la squadra ha trovato il massimo dalla propria espressione, non a caso sono in finale di coppa italia e si stanno giocando la qualificazione alla Champions, complimenti a loro,  ma voglio mettere in difficoltà una grande squadra. Ci sarà da soffrire, ma quando avremo la palla dovremmo farli correre all’indietro, in attacco sono formidabili ma indietro possono soffrire. Fiducia, il tasto che ho cercato di toccare sempre di più. Non perdere mai il tuo obiettivo durante la partita, anche nei momenti difficili, soprattutto non bisogna vanificare le  ore di lavoro che facciamo durante la settimana. La fiducia è contagiosa, bisogna averla nel compagno, nelle idee e nella squadra.  Kouamè si è convinto di poter giocare largo? Mi fa piacere quando un giocatore capisce che se un allenatore gli propone qualcosa di nuovo lo fa per sfruttare al meglio le sue caratteristiche, partendo defilato può fare molto meglio. Mazzitelli sta recuperando, Lazovic purtroppo non siamo riusciti a recuperarlo, ha un problema non indifferente, speriamo di avere notizie positive a inizio settimana. Conoscendo l’ambiente non credo abbiano al testa alla coppa Italia, arriveranno per chiudere la pratica Champions, possiamo augurarci che inconsciamente qualcuno sia distratto,  ma dobbiamo ricercarli noi questi vantaggi per lottare contro una squadra molto forte, possiamo farcela. Diffidati? Zero risparmio, è la partita della stagione».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.