Giacomelli alla sua nona volta al “Luigi Ferraris”

In stagione, con il fischietto triestino i il Genoa ha incamerato una vittoria interna ed un pareggio in trasferta. Ottima striscia positiva dei rossoblù con lui

275
Giacomelli consulta il Var per valutare il fallo di Bonucci su Rosi (Foto Marco Luzzani/Getty Images)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Sedicesima volta in carriera (nona in casa) per Piero Giacomelli con il Genoa in campo. Il quarantatreenne arbitro di Trieste si appresta a dirigere il match che riapre il cammino del Grifone post sospensione del campionato. Il ristoratore prestato al calcio che conta è già stato designato, nella stagione agonistica in corso, in due occasioni: Genoa-Fiorentina 2-1, 2ª di andata, e Spal-Genoa 1-1, 13ª di andata.
Gli almanacchi del calcio ci dicono che con Piero Giacomelli – che dal luglio del 2012 dirige stabilmente gare di Serie A – il Vecchio Balordo al “Luigi Ferraris” ha ottenuto due vittorie ed una sola sconfitta; cinque, invece, sono i pareggi.
Con Piero Giacomelli il Genoa registra un altro dato positivo: non perde dal febbraio 2017, quando i rossoblù fecero visita al Napoli (2-0 il finale); in casa, invece, l’unica sconfitta risale all’aprile del 2011: Geno-Cagliari  0-1 (e per l’arbitro triestino prima direzione di gara in assoluto con il club calcistico più antico d’Italia).
Il team delle “giacchette nere” è completato dagli assistenti arbitrali Alessandro Costanzo ed Antonino Santoro, rispettivamente delle sezioni Aia di Orvieto (Terni) e di Catania, mentre il compito di quarto ufficiale di gara è stato assegnato ad Antonio Giua della sezione Aia di Olbia (Sassari). In cabina di regia Var siederanno Paolo Silvio Mazzoleni, della sezione di Bergamo, e Sergio Ranghetti della sezione di Chiari (Brescia).

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.