Doping: l’ex rossoblu Giuseppe Rossi assolto

Il giocatore era stato accusato di aver assunto una sostanza dopante rinvenuta dopo la gara col Benevento. “Adesso che è finito questo incubo, voglio pensare solo al calcio” ha dichiarato

619
Rossi Genoa
Dita al cielo per Rossi dopo il gol (foto di Genoa CFC Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Si è concluso con un’assoluzione il caso Giuseppe Rossi.
L’ex attaccante del Genoa era stato accusato di aver assunto una sostanza dopante, dorzolamide, rinvenuta ai controlli nel post partita dello scorso Benevento-Genoa di maggio.
Rossi evita la squalifica di 4 mesi chiesta inizialmente, prendendo solo un richiamo dal TNA.
“Giustizia è fatta, la buona fede di Giuseppe è stata capita. Non ci spieghiamo come quella sostanza sia finita nei suoi alimenti. Non c’è stata alcuna intenzionalità”, commentato i legali.
Ovviamente felice lo stesso centravanti Italo-americano: “Adesso che è finito questo incubo, voglio pensare solo al calcio”. In attesa di una nuova occasione dopo aver terminato l’impalpabile esperienza genoana

Accetta i statistics, marketing per visualizzare questo contenuto.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.