Destro: «Nel secondo tempo abbiamo lasciato il cuore sul campo»

Il goleador rossoblù passa alla storia per il gol segnato con una bottiglietta di acqua in mano: «Non sapevo dove buttarla»

1835
Destro Genoa
Destro segna il 3-2 con una bottiglietta in mano (Foto Genoa cfc Tanopress)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Mattia Destro, a caldo, ai microfoni di Sky Sport dopo il triplice fischio di Genoa-Hellas Verona 3-3. L’autore della doppietta che per undici lunghi minuti ha fatto sognare i tre punti passa alla storia per aver segnato un gol con una bottiglietta di acqua in mano (evento che non va contro il regolamento). Questa la sua disamina sulla prestazione rossoblù: «Non abbiamo fatto un grandissimo primo tempo, ma il secondo è stato uno dei migliori da inizio stagione».

Sulla bottiglietta: «Avevo i crampi, ero abbastanza stanco, non sapevo dove buttarla e l’ho tenuta».

Dopo il terzo gol era fatta: «Dopo una rimonta del genere pensi di averla portata a casa però sono stati bravi loro».

Undici gol lo scorso anno. Quest’anno? «Ce la metterò tutta. Stiamo cercando di fare il possibile. Ci stiamo impegnando domenica dopo domenica. Sarà una battaglia. Il campionato è molto duro. Ce la metteremo tutta».

Mattia Destro ha segnato tantissimo con Davide Ballardini: «Son contento. Da quando è arrivato il mister lo scorso anno, sto giocando bene. Sono contento, non devo fermarmi».

In città si respira grande entusiasmo per questa storica serata (per il cambio di proprietà). «Abbiamo cercato di mettere in campo tutto nonostante non abbiamo fatto un grandissimo primo tempo, però nel secondo abbiamo veramente lasciato il cuore sul campo. Alla fine è arrivato il pareggio però siamo contenti».

I nuovi proprietari dopo questa gara hanno capito cos’è l’ambiente Genoa? «Assolutamente sì».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.