Compagnoni: «Ancora mi emoziona il racconto del “due contro zero” di Milito»

«So che a Genova nacquero delle magliette celebrative dell'azione» spiega il commentatore di Sky

2274
Milito Genoa Compagnoni
Diego Alberto Milito dopo il terzo gol nel derby del 3 maggio 2009

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Nel giorno in cui si sarebbe giocato il derby della Lanterna n. 116 il sito Sportface ha intervistato Maurizio Compagnoni. La voce di Sky torna sull’ormai celebre “due contro zero” di Palladino e Diego Milito, recentemente celebrato dalla tv satellitare: «A distanza di anni ancora mi emozionano gli ultimi dieci minuti di quel derby. Significa che ho fatto un buon lavoro in telecronaca. Sky ha recentemente trasmesso quella partita dopo aver fatto un sondaggio tra i tifosi: il 70% di loro non ha avuto dubbi nel scegliere il derby di Milito. Inoltre, so che a Genova nacquero anche delle magliette celebrative dell’azione».

L’opinione di Compagnoni verte, poi, sull’attualità: «Si può stare senza calcio due mesi. Piuttosto, sono preoccupato per il dopo, per la ripresa. Per un pò si giocherà a porte chiuse. Spero che si possa concludere l’attuale campionato in tempi ragionevoli e in condizioni di sicurezza: sarebbe il colmo se il calcio diventasse un nuovo focolaio».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.