Il Genoa non batte la Spal al Ferraris dal 1981: 2-1 in serie B

L'ultimo confronto risale al marzo scorso: 1-1 con gol di Lapadula su rigore

261
Lapadula Bertolacci Hiljemark dopo gol (Foto Genoa cfc Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Domenica pomeriggio è in programma il 18° confronto tra Genoa e Spal al Ferraris. Nei 17 precedenti (10 in A, 6 in B ,1 in C e non esistono precedenti in Coppa Italia né a Ferrara né a Genova) il bilancio vede 7 vittorie del Genoa, 7 pareggi e 3 vittorie della Spal. Sono state 15 le reti messe a segno dal Grifone e 12 quelle subite. Relativamente alla sola serie A, il bilancio è di 3 vittorie, 5 pareggi e 2 sconfitte con 7 gol fatti e 8 subiti.

L’ultimo confronto tra le due squadre si è disputato proprio nella massima serie lo scorso 31 marzo (30a giornata). Il Genoa di Ballardini cerca di allungare sulla terzultima della classifica ospitando i ferraresi invischiatissimi in zona retrocessione. Il Grifone domina il primo tempo, conquista due rigori (Lapadula sbaglia il primo ma trasforma il secondo al 30′), resta in superiorità numerica e crea tantissime occasioni ma va al riposo solo sull’1-0. Nella ripresa il Genoa crea qualche occasione ma la Spal in contropiede con Lazzari lo punisce al 60′ siglando l’1-1. Vano l’assalto finale (CLICCA QUI PER VEDERE IL VIDEO).

L’ultima vittoria contro i ferraresi risale quindi al penultimo confronto di campionato giocato a Genova datato 18 aprile 1981, torneo di serie B. In quella stagione i rossoblu guidati da Gigi Simoni conquistarono la promozione piazzandosi al secondo posto, insieme al Cesena, dietro al Milan e davanti alla quotata Lazio. Alla trentesima giornata il calendario propose la sfida con gli emiliani tranquilli a metà classifica. I biancoazzurri chiusero in vantaggio il primo tempo grazie ad una rete di Bergossi. Nella ripresa però i rossoblu dapprima pareggiarono con Sebino Nela dopo 6 minuti e poi allo scadere ottennero un importantissimo successo in chiave promozione grazie ad un gol di Boito.

Il penultimo confronto in A a Genova si registra il 26 aprile 1964 (30a giornata): 1-0 finale con rete decisiva dell’indimenticabile Gigi Meroni all’81’. A fine stagione Genoa 8° a 30 punti e Spal penultima e retrocessa a quota 24.

L’unico confronto di serie C, giocato il 21 febbraio 1971, terminò 0-0. In quella stagione le due squadre, inserite nel girone B, diedero vita ad un estenuante testa a testa deciso solo all’ultima giornata (56 punti a 54) grazie alla vittoria del Grifone sul Rimini a Marassi davanti a 40 mila spettatori.

Il primo confronto assoluto tra le due squadre a Genova è datato 17 gennaio 1954. Le due squadre, invischiate nella lotta per non retrocedere, danno vita ad un confronto maschio risolto in favore del Genoa grazie ad una rete di Carapellese al 32’. A fine stagione le due squadre si salvarono: la Spal, però, solo dopo gli spareggi con Palermo e Udinese che decretarono la retrocessione dei siciliani.

Finì invece 1-1 nella stagione seguente (3 ottobre 1954, 3a giornata): Genoa avanti con Firotto al 43’ e pareggio spallino al 53’ grazie a Marin. Il Genoa chiuse il campionato a metà classifica, la Spal penultima ma venne salvata dalla Lega Nazionale che decise la retrocessione di Udinese e Catania a causa di due episodi di illecito.

Terzo incrocio a Marassi nella stagione seguente e ancora 1-1. Il 27 maggio 1956 (33a) passano per primi gli emiliani con un rigore dell’ungherese Vinyei al 66’, pareggiano i genoani grazie all’autorete di Morin all’80’. A fine stagione le due squadre termineranno appaiate al 9° posto a quota 33 punti.

La quarta sfida al Ferraris è quella del giorno dell’Epifania del 1957 (14a giornata). Lo svedese Sandell al 22’ illude gli spallini poi ilo Genoa ribalta il risultato con Frizzi al 28’ e Corso all’83’ per il 2-1 finale.

Nel campionato successivo si registra il primo pareggio a reti bianche: è il 16 marzo 1958 (25a giornata), le due squadre si accontentano e a fine anno finiranno appaiate nel gruppone a 30 punti ottenendo la salvezza con due lunghezze di vantaggio sull’Atalanta.

Prima affermazione estense nella stagione successiva: il 18 gennaio 1959 (16a giornata): 3-0 firmato dalla tripletta di Egidio Morbello al 13, 15’ e 70’ (21 reti in due stagioni in maglia biancoazzurra prima della cessione all’Inter). Il Genoa si riscatterà però imponendosi 5-1 al ritorno per finire il campionato 11° a 30 punti, Spal 16a ma salva a quota 26.

Ancora un successo spallino l’anno successivo (10 gennaio 1960, 14a giornata): 1-0 con rete decisiva di dell’oriundo argentino Oscar Massei all’85’. Quella fu una stagione triste per il Genoa che retrocesse in B da ultimo e staccato di 10 lunghezze dalla quartultima in classifica. La salvezza sarebbe stata comunque impossibile in quanto la Caf decise di penalizzare i rossoblu di 18 punti per un tentativo di corruzione. La Spal, invece chiuse al quinto posto (in coabitazione con Bologna e Padova) ottenendo il miglior piazzamento della sua storia. In seguito le due squadre si ritrovano a Genova ancora una volta il giorno dell’Epifania. Questa volta è il 1963 (16a giornata) e, come nel 1957, la sfida si chiude in parità ma questa volta a reti bianche.

La prima sfida in cadetteria risale al 15 dicembre 1968: 1-0 per la Spal con rete di Dell’Omodarme al 76’. A fine campionato Genoa sesto e Spal terzultima e retrocessa.

Detto dello 0-0 in C nel 1971, il 23 febbraio 1975 arriva il primo successo casalingo in serie B sugli spallini: 1-0 con gol di Mosti al 43’. A fine anno Genoa 7° e Spal 13a.

Netto invece il successo rossoblu del 12 ottobre 1975 (3a giornata) nell’anno della promozione del Genoa in A: 2-0 firmato Bonci su rigore al 64’ e Castronaro all’89’. Vince il Genoa anche l’11 febbraio 1979 (ultima giornata di andata): 1-0 finale con gol di Luppi al 4’. L’anno dopo (27 aprile 1980, 32a giornata) finisce 2-2 (vantaggio rossoblù con Manfrin al 28’, sorpasso Spal firmato dalla doppietta di Gibellini su rigore al 58’ e al 71’, e pareggio definitivo di Russo al 76’) per un pareggio a sancire un campionato avaro di soddisfazioni chiuso da entrambe le compagini in un anonimo centroclassifica.

Francesco Patrone
RIPRODUZIONE DELL’ARTICOLO CONSENTITA SOLO PER ESTRATTO PREVIA CITAZIONE DELLA FONTE: WWW.PIANETAGENOA1893.NET

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.