Genoa-Reggiana: seconda chiamata in carriera per Alberto Santoro

L'unico precedente negli annali calcistici è un altro sedicesimo di Coppa Italia. Al genovese Davide Ghersini il ruolo di quarto ufficiale di gara

L'arbitro Alberto Santoro (foto tweet ufficiale Empoli)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

È stata affidata ad Alberto Santoro, arbitro della sezione Aia di Messina, la direzione di gara del match di Coppa Italia fra Genoa e Reggiana in scena fra poche al “Luigi Ferraris”. Classe 1989, nella vita “civile” libero professionista, l’arbitro della città dello Stretto incrocia così il Grifone per la seconda volta in carriera. Ironia delle designazioni, la prima occasione Alberto Santoro l’ha incamerata proprio per una gara valida per i sedicesimi di finale della coppa nazionale: Genoa-SPAL della scorsa stagione agonistica, terminata col più classico dei risultati (1-0 gol di Gudmundsson) in favore dei padroni di casa.

Dalla sala Var Alberto Santoro sarà coadiuvato da Valerio Marini (sezione Aia di Roma 1) e da Salvatore Longo (della sezione di Paola). Lungo le linee laterali, invece, andranno a posizionarsi Mauro Vivenzi (Brescia) e Paolo Bitonti (Bologna), quest’ultimo designato per la prima volta in assoluto quando sul prato scende il club calcistico più antico d’Italia.

Per l’incarico di quarto ufficiale di gara, la designante ha scelto il genovese Davide Ghersini: per lui si tratta della prima volta col Genoa impegnato in una gara ufficiale, perché l’arbitro “nostrano” era già stato chiamato in causa lo scorso luglio – con la stessa funzione – in occasione della gara amichevole disputata dal Genoa, a Genova, contro i biancorossi del Monaco.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.