La lavagna tattica: baricentro basso e forza fisica, così il Genoa è rinato a Empoli

Per i rossoblù la vittoria del “Castellani” equivale all’inizio di un nuovo campionato, fatto di meno ansie e di qualche convinzione in più

181
Pinilla in azione (da Genoacfc.it)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Genoa 3 punti dal sapore di rinascita. Empoli-Genoa non è stata una partita memorabile, almeno dal punto di vista dello spettacolo, ma per i rossoblù la vittoria del “Castellani” equivale all’inizio di un nuovo campionato, fatto di meno ansie e di qualche convinzione in più. Mandorlini non ha stravolto il Genoa, anzi, ne ha solo corretto qualche difetto portando qualche accorgimento. Il lavoro del “Mando” ha sortito i suoi effetti non solo dal punto di vista tattico, ma soprattutto da quello mentale. I giocatori rossoblù sembravano storditi dalla lunga serie di sconfitte ottenute nell’ultimo periodo della gestione Juric, ora sembrano più tranquilli e convinti. A rendere tutto relativamente più facile sono i risultati positivi delle ultime due giornate, che hanno contribuito a tranquillizzare sia i calciatori che l’intero ambiente genoano. Vediamo nel dettaglio il Genoa andato in scena in quel di Empoli.

Darko Lazovic (Foto Gabriele Maltinti/Getty Images)
Darko Lazovic (Foto Gabriele Maltinti/Getty Images)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.