Gazzetta dello Sport, Preziosi: “Ho scoperto Piatek a Ibiza, vedendolo giocare in tv”

Il presidente del Genoa racconta: "Ho un modo di valutare i giocatori tutto mio, devo essere da solo, senza condizionamenti"

1520
Piatek Preziosi
Piatek (Foto Genoa cfc Tanopress)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

“La segnalazione fu di un procuratore amico, Gabriele Giuffrida”. Enrico Preziosi racconta in un’intervista alla Gazzetta dello Sport come ha scoperto Krysztof Piatek guardandolo in tv: “Non ricordo Cracovia contro chi, ma ricordo dove l’ho vista”. Il presidente del Genoa aggiunge che era “a Ibiza, casa mia: era fine maggio. Io, la tv e nessun altro: ho un modo di valutare i giocatori tutto mio, devo essere da solo, senza condizionamenti”. Il patron rossoblù conferma che non lo cederà a gennaio: “Ribadisco: Piatek è essenziale per il Genoa e io devo pensare al Genoa”. Realistricamente afferma: “Poi, non ci prendiamo in giro, io so che me lo porteranno via, perché è stratosferico e gli moltiplicheranno l’ingaggio per dieci: ci guadagnerà lui, ci guadagnerà il Genoa e noi punteremo su Favilli”. Preziosi non ha inserito una penale per il polacco: “Di solito non la metto mai”. E conclude: “Le mie trattative sono libere, se un club vuole un mio giocatore ci sediamo e parliamo: “Questo è il prezzo, lo volete?””.

Preziosi
Il presidente del Genoa Enrico Preziosi (foto Genoa cfc Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.