Giacomelli ed il Genoa in trasferta: settima chiamata in carriera

L'arbitro di Trieste coadiuvato da Paolo Valeri e Velentino Fiorito. Entrambi hanno seguito il Genoa, dalla cabina Var, in gare disputate lontano dal capoluogo ligure

276
Giacomelli espelle De Rossi dopo lo schiaffo a Lapadula durante Genoa-Roma 2017 (Foto Paolo Rattini/Getty Images)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Quindicesima volta in carriera (settima in trasferta) per Piero Giacomelli con il Genoa in campo. Il quarantaduenne arbitro di Trieste si appresta a dirigere il match che chiude la tredicesima giornata di andata della stagione 2019/20. Il ristoratore prestato al calcio che conta era già stato designato, nel campionato attuale, per l’esordio rossoblù fra le mura amiche: Genoa-Fiorentina 2-1 lo scorso settembre.

Gli almanacchi del calcio ci dicono che con Piero Giacomelli – che dal luglio del 2012 dirige stabilmente gare di Serie A – il Vecchio Balordo ha ottenuto una sola vittoria esterna, così come è uno il pari mandato in archivio; quattro, invece, sono le sconfitte riportate dal Genoa lontano dall’ombra della Lanterna.

Nell’archivio personale di Piero Giacomelli è presente un altro scontro tra genovesi e ferraresi: pareggio con una rete per parte ma con il Genoa padrone di casa (undicesima di ritorno della stagione 2017/18).

Il team delle “giacchette nere” è completato dagli assistenti arbitrali Matteo Passeri e Damiano Margani, rispettivamente delle sezioni Aia di Gubbio e Latina, mentre il compito di quarto ufficiale di gara è stato assegnato a Marco Piccinini della sezione Aia di Forlì. In cabina di regia Var siederanno Paolo Valeri, della sezione di Roma 2, e Valentino Fiorito della sezione di Salerno. Per entrambi due precedenti alle spalle e sempre col Genoa ospite dell’avversaria di turno. Una vittoria ed un pareggio per il primo, un pareggio ed una sconfitta per il secondo.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.