Per Oddo il Genoa è stato un colpo di fulmine

L'ex tecnico del Pescara, che nel 2013/14 allenava nelle giovanili rossoblù, si è dichiarato a Tuttosport

54
Massimo Oddo (Valerio Pennicino/Getty Images)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Avrebbe voluto fare il dirigente, Massimo Oddo. E proprio l’ex tecnico del Pescara, ancora sotto contratto col club abruzzese, si è concesso a Tuttosport parlando a tutto tondo del suo percorso, del campionato, di nuovi progetti, di Serie A, di nazionale e… di Genoa. Già, perché il campione del Mondo a Berlino 2006 non ha nascosto come la sue intenzioni sarebbero state di intraprendere la carriera manageriale: il suo sogno era quello di diventare un dirigente, tipo Marotta o Galliani, non solo per occuparsi della squadra ma pure per apprendere le fondamenta sotto i profili economico e gestionale. Laureatosi in Scienze giuridiche, economiche e manageriali a Teramo, ha cominciato a frequentare il nuovo mondo dei dirigenti e si è reso conto di quanto fosse chiuso. Visto che nel frattempo aveva terminato con successo i corsi da ds e allenatore, il Genoa aveva messo gli occhi su di lui. La chiamata arrivata dalle giovanili del club è descritta da Oddo stesso come un colpo di fulmine, in cui da un momento all’altro sarebbe diventato tecnico in Liguria. Del resto, come ha concluso, lavorare sul campo gli piace e gli è sempre piaciuto molto.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.