Corriere dello Sport, primo gol di Criscito da fuori in A

La statistica: invecchiando, il capitano migliora

747
Criscito Genoa Genoa-Lazio
Criscito esulta per il gol alla Lazio (foto di Genoa CFC Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Cuore, anima, la fascia da capitano portata saldamente al braccio e il fascino scaturito dal vestir una maglia così importante. Domenico Criscito è questo, integralmente ed emotivamente intriso nella genoanità, razionalmente lucido quando gli è capitata una chance unica nella sua carriera. Il primo gol in Serie A da fuori area Mimmo l’ha proprio realizzato così, ieri, a 32 anni, alla seconda parentesi in carriera a Genova. Gli anni dell’Europa League, di Milito e Thiago Motta, sono condensati tutti in un giocatore cui mancava solo togliersi uno sfizio particolare, che però da ieri è ufficialmente depennato dalla to do list del numero 4. Ne parla stamani così il Corriere dello Sport, etichettando un generoso ma meritato 7,5 alla sua prestazione e sentenziando come l’eurogol di sinistro, angolo indovinato per stender la Lazio, sia un costante perfezionamento. Criscito come il vino, invecchiando migliora, pure se la spregiudicatezza nel riuscir in un gesto simile ha preso il sopravvento. Il coraggio c’è tutto, la gara marchiata dal suo sinistro ne è la prova.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.