Var negli stadi? La Lega autorizza, ecco le regole

I tifosi potranno (solo una volta) vedere le immagini solo dopo la decisone dell'arbitro: nessun rallenty e nessuna azione controversa relativa a fuorigioco e/o falli

1079
Var
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Negli stadi italiani dell’imminente Serie A si potranno vedere le immagini Var. Lo ha approvato la Lega nel pomeriggio, fermo restando che queste verranno proiettate solo dopo che l’arbitro avrà preso la sua decisione e che sarà autorizzata solo la trasmissione di immagini relative alla gara in corso.

La Lega ha stabilito che potranno essere trasmessi solo i live della partita in corso, chiare occasione da gol, azioni spettacolare, episodi di “gol/non gol” per il quale sia stato utilizzato il sistema di GLT, immagini e relativa virtualizzazione delle stesse così come trasmesse dalla produzione televisiva. Inoltre, sarà autorizzata la trasmissione (sempre a gioco fermo) in caso di interruzione del gioco disposta dall’arbitro per l’effettuazione di una revisione con l’ausilio del Var e debitamente segnalata dallo stesso, la scritta “VAR” mostrata sul maxischermo dello stadio, le eventuali immagini così come trasmesse dalla produzione televisiva. Non potranno invece essere trasmesse azioni controverse relative a fuorigioco e/o falli. Le immagini potranno essere trasmesse una sola volta e mai in fase rallentata.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.