Speranza: «Ancora troppi decessi, il calcio non è la priorità»

«Viene prima la vita delle persone» spiega il Ministro della Salute

419
Speranza
Roberto Speranza, Ministro della Salute (dalla sua pagina Twitter)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Roberto Speranza, Ministro della Salute, è intervenuto a Radio Capital. Tiene ancora banco la ripresa della Serie A: «Sono un grande appassionato di calcio ma con più di quattrocento morti al giorno, con sincerità, è l’ultimo problema di cui possiamo occuparci. Lo dico con il massimo rispetto, viene prima la vita delle persone. Le priorità del Paese oggi sono altre. Lavoreremo perché a un certo punto si possa riprendere la vita normale».

Proprio sabato scorso la FIGC ha trasmesso al Ministro Speranza e al Ministero dello Sport un doppio protocollo redatto dal Comitato Tecnico-Scientifico recante le misure cautelative per agevolare la ripresa dei giochi.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.