I tifosi rossoblù su Genoa-Milan: “Noi non staremo a guardare”

In un comunicato ufficiale, Via Armenia 5r, Brigata Speloncia, Levante Rossoblù, Banda Matuzalem, Ringhiera ostile Gav, Old block, Gruppo Meroni Sette settembre, Figgi do Zena e l'Acg annunciano una serie di iniziative contro lo spostamento della gara alle 15 di lunedì 21 gennaio. E invitano il club "a tutelare gli interessi di tutti i suoi tifosi, abbonati e non, con lo stesso impegno e puntualità con cui vende i giocatori migliori della rosa ad ogni sessione di mercato"

2469
Genoa
Tifosi in Nord (foto di Genoa CFC Tanopress)
Riceviamo e pubblichiamo questo comunicato ufficiale
In seguito alla scellerata decisione repressiva dell’ “Osservatorio”, di spostare l’orario di inizio della partita Genoa-Milan alle ore 15 di lunedì 21 gennaio, comunichiamo che:

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

– non ci sarà da parte nostra alcuna forma di tifo organizzato

– non saranno esposti gli striscioni che abitualmente colorano lo stadio

– sarà lasciato deserto lo spazio che occupiamo ogni gara

Vigileremo affinché le nostre scelte vengano rispettate.

Invitiamo la Società a tutelare gli interessi di tutti i suoi tifosi, abbonati e non, con lo stesso impegno e puntualità con cui vende i giocatori migliori della rosa ad ogni sessione di mercato.

I tifosi del Genoa meritano rispetto, la città di Genova merita rispetto.

I giornali parlano di società ostaggi dei tifosi, ma siamo noi ostaggi di Lega Calcio, televisioni e osservatori vari.
Parlano di riportare la gente negli stadi ma nei fatti la allontanano con decisioni come questa.

Ci riserviamo di comunicare ulteriori iniziative di protesta insieme alle altre componenti della tifoseria rossoblù.

Non subiremo in silenzio!

Via Armenia 5r
Brigata Speloncia
Levante Rossoblu
Banda Matuzalem
Ringhiera ostile
Gav
Old block
Gruppo Meroni
Sette settembre
Figgi do Zena
A.C.G

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.