Gazzetta dello Sport, Piatek: “Adoro questa gente”

Virgolettati dal meet & greet di ieri al Porto Antico

940

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

“Io adoro questa gente, ero già venuto due giorni fa, ma in incognito. C’è tutta la storia del Genoa”. Una frase semplice, pronunciata in inglese, appena sceso dalla vettura sponsorizzata Leaseplan che lo ha condotto al Porto Antico. Krzysztof Piatek è arrivato poco prima delle 17:30, tributando un abbraccio alla miriade di persone presentatesi all’invito del Grifone. Un invito raccolto da tantissimi genoani, per un pomeriggio di successo protrattosi fino a sera senza esclusione di dichiarazioni. Ed è chiaro che il pensiero sia andato al calciomercato, si legge stamani su La Gazzetta dello Sport, perché chiunque sa che Piatek è destinato a lasciare il Ferraris: “C’è una stagione ancora lunga da giocare – è stato però il commento dell’attaccante – io penso al Genoa. Del domani parleremo semmai più avanti”.

Il discorso s’è poi spostato sul prossimo impegni che attenderà i rossoblù, Piatek compreso: Affrontiamo la Juve, certo, sarà dura, ma tutto è possibile. CR7 è il miglior giocatore al mondo e probabilmente di ogni tempo, ma le mie pistole sono sempre pronte. Appena c’è l’occasione giusta, io provo sempre a segnare. Conosco bene Szczesny per giocato insieme a lui in nazionale. A Torino, a fine partita, mi piacerebbe dare la mia maglia a Ronaldo e, magari, ricevere la sua”.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.