Figc, norma anti-Super League nelle Noif: «Escluso dalla Serie A chi partecipa a tornei non riconosciuti»

Vietate le multiproprietà, eccezzion fatta per Lotito impegnato tra Lazio e Salernitana

371
Figc coronavirus Processo telematico sportivo

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Il legislatore sportivo ha provveduto a modificare l’art. 16 delle Noif, le Norme Organizzative Interne della Figc, per contrastare un nuovo guizzo della Super League. «Ai fini della iscrizione al campionato la società si impegna a non partecipare a competizioni organizzate da associazioni private non riconosciute dalla FIFA, dalla Uefa e dalla FIGC. La partecipazione a queste competizioni organizzate da associazioni private non riconosciute comporta la decadenza della affiliazione» recita il nuovo dispositivo. La nuova disposizione, votata all’unanimità compreso l’a.d. dell’Inter Marotta, riguarda anche la disputa di gare e tornei amichevoli.

«Chi ritiene di dover partecipare a una competizione non autorizzata da FIGC, UEFA e FIFA perde l’affiliazione. Al momento non abbiamo notizie di chi è rimasto e chi è uscito dalla Superlega, questa norma si riferisce alle licenze nazionali. E’ evidente che se al 21 giugno, data di scadenza delle domande di iscrizione, qualcuno dovesse voler partecipare a competizioni di natura privatistica, non prenderà parte al nostro campionato» spiega Gravina nella conferenza stampa che ha fatto seguito alla riunione del Consiglio.

Dal Consiglio Federale una parziale novità sulle multiproprietà, riporta La Gazzetta dello Sport. Esse saranno vietate nel mondo professionistico e in quello dilettantistico ma, specifica il presidente Gravina, «sono salvi i diritti acquisiti», nella fattispecie la posizione di Claudio Lotito per Lazio e Salernitana (resta ovviamente il divieto per club che giocano nella stessa serie). Svolta anche per gli stipendi dei dirigenti: «Usciamo dalle vecchie ipocrisie. Altrimenti un presidente dovrebbe essere sempre abbiente, anziano o vivere a Roma».
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.