Federsupporter scrive a Valentina Vezzali e Giovanni Malagò: «Ecco la nostra proposta per salvare il calcio»

Il presidente Parisi: «Una vera e propria “Amministrazione straordinaria delle società di calcio professionistiche”, sotto il controllo, in qualità di commissario, della FIGC»

589
Alfredo Parisi, presidente di Federsupporter

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Pubblichiamo il testo integrale della lettera spedita oggi da Federsupporter a Valentina Vezzali, Sottosegretario allo Sport, e a Giovanni Malagò, Presidente del Coni

La crisi sistemica del mondo del calcio, documentata, peraltro da tutti i Report che FIGC, Arel e Pwc presentano annualmente, è ormai irreversibile e tale non poter permettere interventi parziali, come, in questi giorni, la Lega Serie A sta cercando di definire , incidendo unicamente sulle retribuzioni dei calciatori, in termini di riduzioni, slittamenti o rinunce.

Una “strategia” che non può certamente essere assunta unilateralmente ed in termini generalizzati, ma che, necessariamente, coinvolge trattative bilaterali club-calciatori, al di fuori delle quali qualsiasi iniziativa da parte della Lega è illegittima ed inefficace.

Quanto sopra, mi induce a sottoporre alla Vostra attenzione un  programma di intervento  sistemico, già pubblicato il 1° dicembre 2020 (www.federsupporter.it),  che potrebbe essere posto a base di un non più dilazionabile intervento pubblico.  

Un intervento, non episodico ma strutturale, che preveda una sorta di “gestione controllata” del settore calcistico professionistico.

Una vera e propria “Amministrazione straordinaria delle società di calcio professionistiche”, sotto il controllo , in qualità di commissario, della FIGC.

Nel ricordo di un provvedimento legislativo ( Amministrazione straordinaria delle Grandi Imprese in crisi) che negli anni ’80 ha permesso al Governo ed al sistema bancario di “salvare” il sistema industriale italiano.

Questo si che sarebbe “un passo fondamentale sulla via della trasformazione del calcio in una industria”, come sottolineato dal Presidente Dal Pino, riferendosi all’ingresso dei Fondi nella costituenda Media Company per la commercializzazione dei diritti TV.

Un intervento, quello che ipotizzo, che, prendendo a riferimento la situazione al 30 giugno 2020, preveda:

  1. consolidamento dell’indebitamento a breve con il sistema bancario, con rientro in 5 anni ad un tasso di interesse in linea con il tasso dei titoli pubblici;b)
  2. congelamento degli oneri fiscali esistenti al 30. 06.2020 relativi agli emolumenti dei dipendenti , con pagamento nell’arco di 5 anni, franco interessi;
  3. rafforzamento patrimoniale da parte degli attuali azionisti di riferimento, sia sotto forma di aumento di capitale, sia con l’emissione di prestiti obbligazionari convertibili a condizioni di particolare favore per i risparmiatori;
  4. introduzione del “salary cap” che preveda un costo totale del lavoro in una percentuale non superiore all’80% del valore della produzione , al netto delle plusvalenze da cessione calciatori; e)
  5. garanzia statale sull’indebitamento per investimenti in impianti sportivi, su aree pubbliche sia di nuova costruzione sia di ristrutturazione;f)
  6. tracciamento presso la FIGC dei flussi finanziari nelle operazioni di acquisto/cessione di calciatori non italiani; g)
  7. istituzione presso la FIGC di una “borsa valori” dei cartellini dei giocatori che costituisca un riferimento oggettivo nelle operazioni di market trading e che impedisca il “valzer” delle plusvalenze fittizie.

Un piano cioè a medio termine che coinvolga componenti private e pubbliche, Istituzionali nazionali e sportive, con le rispettive competenze e responsabilità, nella ricostruzione di un settore, ora universalmente riconosciuto fallito, strategico per la nostra economia, in presenza della complessiva filiera imprenditoriale che attiva, direttamente e indirettamente.

Nel ringraziare per l’attenzione che vorrete prestare a quanto sopra, resto a Vostra disposizione per eventuali, ulteriori approfondimenti e, con l’occasione, porgo i migliori saluti.

Alfredo Parisi

Presidente Federsupporter

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.