Ceferin, Uefa: «Chi non termina il campionato non gioca le coppe»

«La gente ha bisogno l'energia positiva del calcio» spiega il presidente

795
Ceferin Uefa
Aleksander Ceferin, presidente Uefa

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Continua a tenere banco la spinosa questione della ripresa dei campionati durante il coronavirus. Così Aleksander Ceferin a ZDF: «Il Belgio e tutti gli altri Paesi che pensano di non terminare i campionati nazionali rischiano di non partecipare alle prossime coppe europee. Le competizioni Uefa interrotte possono riprendere tra luglio e agosto».

«Porte chiuse? Meglio gli spalti vuoti che l’assenza di calcio. La gente ha bisogno di energie positive» taglia corto il presidente Uefa.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.