Dopo Roma-Genoa a Marco Di Bello affidato il match contro la Juventus

L'arbitro che ha negato il rigore a Pandev sarà assistito da Jaun Luca Sacchi, che ha assegnato un corner inesistente al Parma poi trasformato in gol da Kucka, e da Paolo Silvio Mazzoleni al Var, con il quale il Genoa non ha mai vinto con lui in cabina di regia

494
Generated by IJG JPEG Library
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Marco Di Bello, l’arbitro del recente Roma-Genoa passato negli archivi calcistici per il rigore non dato a Pandev (e nemmeno visionato al monitor presente a bordo campo) è stato chiamato per dirigere il match dell’ora di pranzo tra Genoa e Juventus.

Originario di Brindisi, 37 enne, bancario ed appartenente alla sezione Aia della sua città, Marco Di Bello arbitrerà il Grifone per la nona volta in carriera, con il club più antico d’Italia che ha al suo attivo una sola vittoria ed un pareggio. I tre punti, il Genoa li ha conquistati lontano dalle mura amiche del “Luigi Ferraris”, tra l’altro nella gara di esordio dell’arbitro pugliese con i rossoblù (Chievo-Genoa 1-2 nell’ottobre del 2014), mentre il pari è arrivato a gennaio del 2015 contro la Fiorentina (1-1). Gli annali del calcio riportano altri due scontri con i bianconeri torinesi, entrambi disputati all’ombra della Mole, con la Zebra dominatrice del Grifone con una sola rete messa a segno.

Il team delle “giacchette nere” sarà completato da Salvatore Longo (sezione Aia di Paola) e da Antonino Santoro (Catania) nelle funzioni di assistenti. Il compito di quarto ufficiale di gara sarà svolto da Juan Luca Sacchi (Macerata), l’arbitro che nel turno precedente ha favorito la vittoria del Parma sul Genoa assegnando un corner inesistente (sui cui sviluppi ha segnato Kucka). In cabina di regia Var siederanno Paolo Silvio Mazzoleni (Bergamo), con il quale i rossoblù non hanno mai vinto quando è andato a sedere nella sala monitor, ed Alessandro Lo Cicero (Brescia).

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.