FOTOGALLERY: Genoa-Campomorone Sant’Olcese 5-0

Reti di Dalmonte, doppietta di Kouamé, Criscito e Sanabria su rigore

2249
Genoa Campomorone-S.Olcese (Foto Pianetagenoa1893,net
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Il Genoa ha battuto in amichevole a Pegli il Campomorone Sant’Olcese per 5-0. Reti di Dalmonte nel primo tempo: nella ripresa doppietta di Kouamé, Criscito e Sanabria su rigore.

Nel nuvoloso pomeriggio di Pegli, i ragazzi di mister Prandelli sono stati impegnati tra le mura del Signorini nell’amichevole contro il Campomorone Sant’Olcese: squadra che occupa l’undicesima posizione nel campionato di Promozione. Il primo tempo ha visto in campo per i rossoblù Jandrei a protezione dei pali, seguito da Lakicevic, Romero e Pereira in difesa, il Primavera Schafer, Veloso, Pezzella, Sturaro a centrocampo e Lapadula, Dalmonte e Pandev in attacco, mentre Marchetti è stato mandato in forza ai biancoblù.

Il match inizia con un forte pressing della formazione ospite, che, sfruttando una brutta disattenzione di Romero, riesce a trovare la più limpida occasione da gol della sua partita, ma Jandrei è bravo a mettere una pezza sull’errore del compagno respingendo la conclusione nell’uno contro uno con l’attaccante. Segue un possesso palla prolungato del Genoa, che nonostante tutto non riesce a trovare la via della rete. Complice l’ottima prestazione di Federico Marchetti, che si fa trovare pronto sulle numerose occasioni della formazione schierata da Prandelli, prima parando la conclusione di Pereira, poi la difficile bordata di Pandev in diagonale da dentro l’area e infine l’occasione dalla distanza di Schafer. Prestazione più che soddisfacente per il classe ’99 ungherese, sempre al centro dell’azione e protagonista di alcune importanti palle gol. Malgrado la forte supremazia rossoblù, la gara viene sbloccata solo al 31′ con Dalmonte, che, servito da Lapadula, trova il gol del vantaggio dopo aver colpito la traversa. Nel finale del primo tempo Marchetti supera se stesso, mantenendo invariato il risultato grazie ad una doppia parata su Pandev e Dalmonte.

Nel secondo tempo Prandelli fa scendere in campo gli altri undici giocatori a sua disposizione: Radu in porta, difesa a tre con Zukanovic, Biraschi e Gunter, centrocampo composto da Criscito, Radovanovic, Lerager, Rolon, Lazovic e coppia d’attacco Kouamè-Sanabria. Cambio anche nella porta del Campomorone, con Marchetti che esce, sostituito dall’estremo difensore dei biancoblù.

Nella ripresa il canovaccio della gara sembra mantenersi tale al primo tempo, con i rossoblù in assedio, senza trovare la via del raddoppio. Nel giro di pochi minuti ben cinque giocatori del Grifone riescono ad arrivare al tiro, ma le loro conclusioni vengono sempre parate. Poco lucido Sanabria, che prima sbaglia un gol dalla corta distanza e poi non sfrutta l’occasione  buona da solo davanti al portiere dopo un ottimo inserimento. Solo al 14′ del secondo tempo arriva il raddoppio firmato dalla coppia Kouamè-Lazovic, con l’ivoriano abile a trasformare in oro il passaggio del compagno. Al 18′ è Criscito a finire nel tabellino dei marcatori, esito di un diagonale sul secondo palo. Segue dunque un periodo di stallo tra le due squadre, con il gioco che si concentra soprattutto tra la trequarti biancoblù e il centrocampo. Situazione che rimane invariata fino al 43′: Sanabria concretizza su calcio di rigore dopo l’atterramento in area di Kouamè. Non passa manco un minuto che il numero 11 rossoblù segna la doppietta in un azione analoga a quella del 2-0, sempre su assist di Lazovic. È l’azione che mette la parola fine al match e che porta il Grifone a chiudere la partita con il risultato di 5-0.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.