Portuali Voltri: Il Genoa non si scansa, ci vuole un super Lukaku per far vincere l’Inter

A differenza della partita con la Juve, il Grifone contro l’Inter dei campioni fa quello che doveva fare e come poteva fare. Lo 0-3 finale è ingeneroso, perché il risultato è stato in discussione quasi fino alla fine della partita

1760

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Nella settimana decisiva di questo campionato si sapeva che il calendario per il Grifone fosse in salita.
La prima tappa delle ultime tre, giocata contro i campioni nerazzurri, è stata affrontata con pochissima benzina nelle gambe dei nostri giocatori.
Complici i postumi del Derby e le fatiche del “tour de force” post/Covid, Nicola ha schierato una squadra con molti protagonisti principali in tribuna o in panchina, lanciando il baby Rovella tra i titolari e la giovine coppia Pinamonti-Favilli in avanti.
In mediana hanno giocato lo straordinario Jagiello in coppia con il logoro Behrami, sugli esterni il redivivo Ankersen e lo stanchissino Criscito, in difesa Goldaniga Zapata e Romero hanno riproposto una tre copertissima davanti a Perin.

I nostri ragazzi hanno dato tutto quello che avevano contro le stelle nerazzurre, che comunque non hanno fatto un figurone difronte alla determinazione ed al cuore dei nostri stanchissimi ed imprecisi giocatori.
Solo uno straordinario ed irrefrenabile Lukaku ha fatto la differenza, anche con l’aiutino dell’arbitro distratto quando sul gol del vantaggio il gigante belga ha spostato il nostro calciatore più grosso, il colombiano Zapata, che è crollato al suolo come un fuscello sotto un tifone.

Il Grifone rattoppato ha comunque giocato molto bene trenta minuti della ripresa, mettendo in difficoltà la stellare avversaria, andando vicino all’1-1 contro la difesa meno perforata del campionato.

Stasera abbiamo visto continuità di prestazione, ma non di risultato perché per fare un punto ci sarebbero voluti più fortuna ed un pool arbitrale “meno distratto”.
Continuità di prestazione perché prima di stasera, gettando il cuore oltre l’ostacolo, ha battuto il Lecce nella finale playoff della scorsa settimana ed ha vinto il Derby solo tre sere fa.

Ma le sfide che contano sono le prossime due, quelle rimangono per finire la stagione.
Il Genoa che abbiamo visto nelle ultime partite è sicuramente in riserva di energie, ma ha dimostrato che può giocarsela sia col Sassuolo che col Verona, sia perché sta veramente mettendo tutto quello che ha a livello nervoso e di cuore per rimanere aggrappato alla massima serie, sia perché il Lecce anche domani sera sarà sotto di noi in classifica a prescindere dal suo risultato, e sia perché il caldo e lo sfinimento che provoca questa serie ravviciniatissima di partite condiziona non solo noi ma tutte le rivali del Grifone.

E voi cosa ne pensate?
Commentate qui sotto, fateci conoscere il vostro parere!
Alè Genoa!

Andrea Moresi – Genoa Club Portuali Voltri

🔴🔵

Se vi piace ciò che facciamo suggerite ai vostri amici di seguirci e di rimanere sempre aggiornati mettendo il classico Like sulla nostra pagina, raggiungibile su
http://www.facebook.com/gcportualivoltri

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.