Genoa Club Portuali Voltri: Suicidio (quasi) perfetto

Il Grifone ha (quasi) fatto di tutto per (quasi) perdere una partita che era (quasi) stravinta

1199
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Il Genoa ha (quasi) fatto di tutto per (quasi) perdere una partita che era (quasi) stravinta.
Infatti il vantaggio di due reti con cui si era chiuso il primo tempo stava già molto stretto al Grifone, perché solo una lunga serie di gravi errori sotto porta, continuati anche nella ripresa, avevano lasciato invariato il risultato sullo 0-2.

I ragazzi di Thiago Motta per oltre un’ora avevano giocato una partita molto buona, non esasperando il solito tiki-taka e cercando più spesso la verticalizzazione.
Gli uomini di Liverani invece sembravano completamente in bambola, sbagliavano i passaggi più elementari e non sembravano in grado di impensierire la nostra squadra.

Cosa può essere successo nelle menti di Agudelo e di Pandev, uno dei più giovani ed uno dei più esperti della squadra, per farli perdere completamente la testa e andarsi a cercare entrambi il doppio cartellino giallo che ha costretto il Genoa a giocare il momento topico della partita in 9 uomini?

Possono essere stati i grandissimi errori sotto porta che hanno commesso per annebbiare i cervelli di due professionisti?
Ma se è comprensibile che un giovane poco più che ventenne come Agudelo per inesperienza possa incappare in una giornataccia in cui perde la testa, tanto più visto il carattere istintivo che traspare anche nelle sue giocate più positive, come si può accettare che un campione quasi quarantenne come Pandev possa compiere due gesti così assurdi con la squadra già in inferiorità numerica?

Gli errori sotto porta del macedone avevano già macchiato quel gol incredibile che Goran aveva segnato nel primo tempo, quando con un pallonetto quasi da centrocampo aveva approfittato di un doppio errore (quello dell’arbitro che considerava in ininfluente il fuorigioco di Pinamonti, il quale andava incontro al portiere leccese che completava il doppio errore rilanciando mollemente proprio sui piedi di Pandev).

L’errore sotto porta di Agudelo, che avrebbe portato il Grifone sullo 0-3, ha certamente condizionato la partita del giovane colombiano, e forse sarebbe stato utile che Thiago Motta lo avesse sostituito in tempo togliendo Kevin dal campo piuttosto di Schöne, ma l’apporto del danese era stato poco utile anche nel momento migliore del Grifone, quando finalmente la nostra squadra stava giocando una partita quasi perfetta, pertanto nel secondo tempo coi leccesi che avevano iniziato a prendere campo e a creare occasioni aveva una sua logica l’idea di togliere un centrocampista tecnico ma poco dinamico e mettere un mediano di muscolo e di gamba come Cassata.

Le espulsioni di Agudelo e di Pandev hanno privato il Genoa dei tre punti vittoria che avrebbero dato alla classifica un aspetto migliore, e in ottica-derby tolgono due uomini fondamentali per la trequarti rossoblu, le due mezze punte più tecniche della squadra, i due giocatori che univano al meglio i reparti di centrocampo ed attacco.

Ma cercando qualcosa di buono in questa partita in terra pugliese che ci ha lasciato così amareggiati, è utile soffermarsi su alcuni aspetti che sono davvero positivi.
Il Genoa ha giocato un ottimo primo tempo, forse il migliore dell’era “Mottiana”, giocato contro un avversario che aveva impostato la partita in maniera molto attendista, proprio come avevano fatto le squadre che finora ci avevano messo in maggiori difficoltà, ma stavolta il nostro gioco era stato fluido e i due gol segnati stavano addirittura stretti alla nostra squadra.

Altro aspetto importante e positivo che va sottolineato è che con la squadra in 9 il Genoa ha giocato con cuore ed attenzione, non ha perso concentrazione ed è riuscito a limitare i danni portando a casa almeno un punto, quando tutto invece faceva pensare ad una inevitabile sconfitta.

Criscito e Sturaro sembrano pienamente recuperati a livello fisico dopo i loro pesantissimi infortuni.
Entrambi provengono dalle nostre giovanili, sono il Capitano ed il suo Vice, sono i giocatori più Genoani di tutta la squadra.
Loro al derby ci saranno, e questo conta moltissimo.

E voi cosa ne pensate?
Commentate qui sotto, fateci conoscere il vostro parere!

Andrea Moresi – Genoa Club Portuali Voltri

🔴🔵

Se vi piace ciò che facciamo suggerite ai vostri amici di seguirci e di rimanere sempre aggiornati mettendo il classico Like sulla nostra pagina, raggiungibile su
http://www.facebook.com/gcportualivoltri

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.