Il patto del silenzio prima di cedere il Grifone

Secondo la Gazzetta nei prossimi giorni verranno apposte le firme e verso fine settimana si potrebbe sapere il nome del prossimo presidente

98
Enrico Preziosi (Getty Images)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Che la fuga di notizie possa far saltare l’affare: ecco una delle principali preoccupazioni di Preziosi. Ecco perché il patron avellinese avrebbe optato, secondo La Gazzetta dello Sport, per un patto di riservatezza volto a far sì che i nomi accostati al Grifone vengano svelati solo ed esclusivamente con le firme sul contratto. Una mossa oculata, la quale altro non sarà che il giusto prosieguo di una trattativa che ha tenuto impegnato il Joker per vari mesi a questa parte: ora finalmente Preziosi si fida delle capacità finanziarie e della solidità economica del suo interlocutore, la proposta è stata accettata, tra oggi e domani verrà buttato giù il contratto e ben presto arriveranno le firme. Inutile dirlo, verso fine settimana si attenderà il nuovo presidente.

I tifosi sognano il gruppo Rocca (tra i primi in Italia nella gestione della sanità privata, ad esso fa capo Humanitas) o magari anche l’imprenditore Gallazzi con la sua Sri. Ma in ogni caso, sottolinea fermamente la rosea, in quanto a calciomercato dovrebbe cambiar ben poco perché Preziosi resterà a dirigere le operazioni. La gestione sportiva sarà dunque ancora quella di Enrico, e il fatto che non sia arrivata una sola ufficialità finora è un chiaro segno di come le cose stessero andando verso il silenzio più totale per poi colpire di sorpresa: nemmeno la cessione all’Inter di Pellegri e Salcedo, già fatta da giorni, è stata ancora formalizzata. Inutile ricordarlo, tutto il popolo genoano è presissimo dalla cessione del club: chi sarà il prossimo presidente? Certamente lo si saprà una volta ratificato ogni singolo dettaglio, ma intanto volano le prime suggestive ipotesi. Impossibili da verificare sempre per via di questo famoso patto del silenzio.

 

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.