L’ottavo uomo più ricco d’Italia dietro il Genoa?

Gianfelice Rocca, erogatore di servizi sanitari privari, potrebbe acquistare il Grifone. Una seconda pista porta all'imprenditore Gallazzi

439
Gianfelice_Rocca (foto Cavalieridellavoro.it/Wikipedia)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Gianfelice Rocca è un imprenditore molto noto nel mondo della sanità e da tempo gestisce varie cliniche private alle quali potrebbe presto aggiungersi un ospedale da 400 posti letto sulla collina degli Erzelli. Una struttura imponente, affidata dal presidente della regione Liguria Giovanni Toti proprio all’Humanitas di proprietà di Rocca: chissà che una partnership così stretta non possa ad esempio portare ad una accordo magari anche col Genoa?

La suggestione viene regalata questa mattina dalle pagine de La Repubblica – Genova, che evidenzia come dietro a tale affare (costo stimato: molte centinaia di milioni di euro) ci sarebbe pure il Grifone. Già da tempo Toti aveva provato ad aiutare l’amico Preziosi sponsorizzando il club a Giovanni Calabrò, cosa che potrebbe ripetersi in questo caso con l’ottavo uomo più ricco d’Italia. Del resto, riporta il quotidiano, l’espansione di Humanitas è sostenuta da Toti e dall’intero centrodestra. Ma ecco poi una seconda pista che potrebbe assumer il futuro del Genoa: si tratta di Giulio Gallazzi, manager bolognese immischiato in vari settori, membro del cda di Banca Carige nonché fondatore della Sri Group. In questo caso il promoter dell’operazione sarebbe l’amministratore delegato Zarbano, con cui vi erano stati molti fitti contatti e che intascherebbe una parte della cessione in quanto mediatore. Per ora il clima è di incertezza, fino a quando non verranno apposte le firme Preziosi non farà trapelare una virgola. La grande attesa sta peraltro portando a un numero impressionante di profili pseudo-presidenziali per il Grifone: gli indizi a favore di Rocca però potrebbero esser decisivi.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.