Sfumano Cecchini e Mandragora, Omeonga resta al Genoa

Dovrebbe restare Laxalt, mentre in entrata la priorità e sistemare la retroguardia: Ranocchia è in pole, dietro a lui c'è Paletta

44
Stephane Omeonga in azione in Spal-Genoa (Foto Mario Carlini / Iguana Press/Getty Images)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Se nel mese di settembre la trattativa tra Preziosi e Gallazzi dovesse decollare, ecco che magari nella campagna acquisti invernale si potrebbe pensare ad un rafforzamento del Genoa. Sì, il prossimo anno sarà obbligatoriamente da riscattare il cartellino di Lapadula (11 milioni), ma per il resto poco altro. Questa sessione di mercato ha portato infatti in rossoblù acquisti a basso costo (Zukanovic, Spolli) o addirittura svincolati (Galabinov), che hanno però alzato sensibilmente l’età media della squadra e allora Juric ha fatto sentir la sua voce chiedendo altri tre o quattro rinforzi dando per scontata la partenza di Simeone. Ecco, sarebbe il Cholito l’uomo da sacrificare secondo La Repubblica – Genova: smaltita la vergogna per l’affare Centurion, l’altro possibile partente caldo è Laxalt ma si aprirebbe una falla per la sua sostituzione.

In questo periodo Preziosi è ad Ibiza e ieri ha incontrato il procuratore Tullio Tinti, agente tra gli altri di Andrea Ranocchia. Per la staffetta a capitan Burdisso, oltre all’ex rossoblù poi finito all’Inter, resta sempre in auge la suggestione che porta a Gabriel Paletta (anche perché il Torino avrebbe in pugno Tonelli del Napoli). Il Joker potrebbe magari aver fatto un pensierino pure a Cassano, formalmente senza procuratore ma amico di Tinti. Ecco invece che le ultimissime di mercato vedono Emanuel Cecchini ben più lontano al Genoa, all’Inter e pure all’Italia: sul classe ’96 ci sarebbe il blitz del Paris Saint-Germain, motivo che ha spinto al dirigenza del Grifone a rimandare per il momento il trasferimento di Omeonga in prestito all’Avellino. Sul capitolo Mandragora, ecco due frenate abbastanza consistenti: non solo la Juventus avrebbe chiesto di poterlo eventualmente riportare a Torino nel mese di gennaio, ma ora Allegri vorrebbe tenerlo per rimpiazzare Bonucci.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.