La calma della Juventus, vigile su Pellegri e Salcedo

La strategia del dg bianconero Marotta è di non affrettare: nel mirino, oltre ai due 2001, pure Spinazzola

69
Pietro Pellegri (dal profilo Facebook di Gian Paolo Coppola)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Terrà un atteggiamento vigile, come tutti, del resto, il dg della Juventus Giuseppe Marotta. Formalmente il mercato bianconero è chiuso con l’approdo a Torino del polivalente difensore Benedikt Howedes, ma il colpo dell’ultim’ora sta sempre bene a conclusione di una sessione particolarmente agitata. Ecco perché, scrive questa mattina Tuttosport, la dirigenza della Vecchia Signora parrebbe intenzionata ad affrontare quest’ultimo giorno di mercato con una calma quasi inattesa: l’affare Spinazzola resta in stand by, dunque tutto potrebbe cambiare all’ultimo. Il giocatore vuole tornare alla casa madre, l’Atalanta ha già il sostituto e si chiama Diego Laxalt del Genoa. Difficilmente partirà Sturaro, perché c’è Asamoah vicino al Galatasaray, mentre l’ultimo botto prima delle fatidiche 23:00 potrebbe vedere la coppia Pellegri-Salcedo vestirsi di bianconero (ammesso che il Milan non effettui un rilancio). Tra due anni, però, sicché i due gioiellini classe 2001 verranno lasciati a maturare per due stagioni sotto il sole della Liguria. E oltre ad alcune piste per il centrocampo (Emre Can o André Gomes in pole), resta una suggestione: Laxalt è sì praticamente in mano all’Atalanta, con Gasperini che lo rivorrebbe dopo averlo allenato a Genova, ma se l’affare Spinazzola non si concretizzasse ecco che Marotta potrebbe tentar il colpo dell’ultim’ora rilevando il numero 93 dal club di Preziosi. Non sarebbe una trattativa buttata a caso, già tempo fa vi scrivevamo come dietro all’Atalanta potesse esserci la Juventus (CLICCA QUI PER LEGGERE IL PEZZO). E’ l’ultimo giorno di mercato, in fondo, quello ossia in cui tutte le carte in tavola potrebbero improvvisamente cambiare.

 

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.