Biraghi nome nuovo per la difesa del Genoa, per l’attacco piace Kadlec

Ranocchia e Paletta lontani per ragioni diverse, a centrocampo si punta su Benavidez e restano le piste Radovanovic e Giaccherini

86
Cristiano Biraghi con la maglia del Pescara (Foto Giuseppe Bellini/Getty Images)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Non è un periodo facile per il Grifone questo, in sede di calciomercato, dove pare che siano davvero pochi i colpi a raggiungere il bersaglio. Nella giornata in cui il Sassuolo ufficializza Goldaniga e si avvicina a Pavoletti (ma resta difficile) e il Torino prevede di chiudere entro mercoledì per Gabriel Paletta del Milan, il Genoa deve guardarsi intorno e reperire qualche rinforzo alla svelta. I granata guardano anche all’ex rossoblù Niang per l’attacco, con la stessa attenzione con cui il Bologna punta Rodrigo Palacio e lotta con Atalanta e Fiorentina per Tomas Rincon.

Preziosi, in tutto questo, deve acquistare un difensore alla svelta: nella lista c’è Ranocchia ma preferisce la Premier, c’è Zapata ma percepisce un ingaggio troppo alto, c’è Marrone ma la Juventus lo cederebbe solo in prestito. Non che a centrocampo le cose vadano meglio, perché ogni giorno che passa Rolando Mandragora si allontana sempre di più da un suo ritorno a Genova: ecco perché il Grifone ha sondato Benavidez del Defensor.
Il nome nuovo di oggi riguarda la difesa, dove l’idea lanciata da La Gazzetta dello Sport prevede Cristiano Biraghi alle dipendenze di Juric. Terzino sinistro di ruolo, ma adattabile anche come terzo a sinistra di una difesa a tre, il prodotto delle giovanili dell’Inter ha giocato la scorsa stagione a Pescara e ora è sul taccuino dello scouting rossoblù. Restano invariate le altre piste: a centrocampo restano le suggestioni Radovanovic e Giaccherini, davanti oltre a Palacio e Zeneli è spuntato il 25enne Václav Kadlec dello Sparta Praga.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.