Una considerazione sull’audio di Mimmo Criscito

Non si tratta di un audio “captato” nel corso di una intercettazione disposta dalla magistratura che poi ne ha divulgato il contenuto agli organi di informazione; è un personale “pensiero” confidato a chissà chi, in privato. Di conseguenza Pianetagenoa1893.net ha deciso di non pubblicarlo

4807
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Su molte testate giornalistiche, ma anche siti di informazione (con testata non registrata) e sui social network così come su qualche emittente televisiva o radiofonica impazza l’audio attribuito a Domenico Criscito attraverso il quale spiegherebbe cosa sarebbe successo domenica scorsa, nello spogliatoio, tra il presidente Enrico Preziosi ed il di lì a poco esonerato mister Ballardini.

Ne parlano in molti; noi di Pianetagenoa1893.net non ne abbiamo parlato e non abbiamo diffuso l’audio, anche se ne eravamo a conoscenza ben prima che diventasse “virale”. Perché?

Perché ci è sembrato irriguardoso nei confronti del capitano del Genoa che, prima di essere un noto calciatore è una persona come tante altre che ha diritto alla sua privacy. Non si tratta di un audio “captato” nel corso di una intercettazione disposta dalla magistratura che poi ne ha divulgato il contenuto agli organi di informazione, né tantomeno preso nel corso di un’occasione pubblica; è un personale “pensiero” confidato a chissà chi, in privato, affidato ai “bit” di qualche servizio di messaggistica istantanea.

La strada che ha poi percorso quell’audio a noi non interessa, così come non ci interessano le esternazioni fatte da “Mimmo” Criscito – o da chiunque altro – tra le sue sacre mura domestiche.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.