(S)Visti da lontano – La trasferta di Parma è il crocevia della stagione del Genoa

Ecco i tre possibili scenari che potrebbero uscire dal Tardini: ciascuno di essi annuncerà quale sarà il finale di stagione rossoblù

3677
Federico Santini Genoa Preziosi

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Il Genoa non riesce a battere l’Udinese e manca l’appuntamento con la vittoria. Che ormai manca da più di un mese.

I 3 punti non arrivano dalla vittoria sul Napoli del 6 febbraio scorso. Il Grifone quindi continua a perdere posizioni in classifica, ma l’allarme rosso non deve ancora scattare.

Il Genoa ha comunque sempre dimostrato di essere squadra. Il bilancio è stato più deficitario in casa che in trasferta. Le gare contro Verona, Sampdoria e Udinese hanno portato solo tre pareggi e tanti rimpianti, soprattutto per il derby e per l’occasione mancata da Zajc con i friulani.

Le trasferte di Torino, Milano e Roma hanno portato solo 1 punto e il rammarico per il palo di Zappacosta contro i granata.

Paradossalmente comunque la giornata di ieri ha detto bene al Grifone che ha guadagnato 1 punticino su Spezia Benevento, Torino, Cagliari, e Crotone.

Parma-Genoa di venerdì sera sarà la madre di tutte le partite.

Ecco i tre possibili scenari che potrebbero uscire dal Tardini: ciascuno di essi annuncerà quale sarà il finale di stagione rossoblù.

In caso di vittoria il Grifone venerdì sera volerebbe a 31 punti, in vantaggio nella classifica avulsa con il Parma che resterebbe a -12: un abisso a 11 giornate dalla fine.

In caso di pareggio il Grifone manterrebbe 9 punti di vantaggio, 8 considerando lo sfavore negli scontri diretti: un buon margine ma con dei rischi.

Qualora i ducali invece riuscissero a battere il Grifone, la classifica della squadra di Ballardini si complicherebbe non poco. Il Parma arriverebbe a -6 dal Grifone rientrando di prepotenza in lotta per la salvezza.

Negli ultimi tre campionati il Parma ha sempre battuto il Genoa sia in Emilia sia in Liguria e in alcuni casi il Vecchio Balordo ha anche rimediato delle figuracce.

Sarà quindi necessario anche battere la cabala oltre che i compagni dell’ex Kucka.

Ballardini è realista dovrà preparare molto bene quello che si appresta a essere il crocevia della stagione.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.