La Lega pensa ad eliminare la corrispondenza tra girone d’andata e di ritorno

La proposta, spiega la Gazzetta dello Sport, è stata mossa dall'amministratore delegato della Lega Serie A, Luigi De Siervo per copiare il modello inglese. Sarà inoltre abbandonato il Boxing Day

3760
Serie A plusvalenze

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Con l’ultima stagione appena conclusa, seguita dal solito, frenetico mercato estivo, con i giocatori che tra poco saranno richiamati ai loro doveri per iniziare la preparazione atletica, si è già iniziato a gettare le basi per il prossimo campionato di Serie A, il quale potrebbe essere caratterizzato da alcune novità molto importanti. In primo luogo, come era già stato detto in precedenza, sarà abolito il Boxing Day, che ha deluso le aspettative riguardo ai possibili incassi, convincendo la Lega ad apportare un ritorno alle origini. Dunque niente più partite nel giorno di Santo Stefano e torneo fermo dal 22 dicembre, fino al 5 o 6 gennaio, con il campionato che avrà il fischio d’inizio previsto per il 24 agosto, con la prima partita disputata tra le mura domestiche della squadra vincitrice della scorsa edizione e che terminerà il 24 maggio. Inoltre potrebbe avvenire la mancata corrispondenza tra gare d’andata e gare di ritorno. Secondo quanto affermato tra le pagine de La Gazzetta dello Sport, l’amministratore delegato della Lega Serie ALuigi De Siervo, avrebbe in mente una rivoluzione del campionato di massima serie italiana a modello di quello espresso in Inghilterra con la Premier League. Si sta parlando di un doppio sorteggio, che avverrebbe tra il 29 o il 30 luglio (giorni dedicati alla realizzazione dei calendari). La proposta è ancora in stato embrionale. Si attende dunque l’ufficialità da parte della Lega.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.