GRIFO D’ATTACCO – Il Genoa di Nicola non è “disperato”

Gasperini sbaglia a usare quella parola: i rossoblù hanno giocato a viso aperto

5687
Pandev calcio campionato Serie A Nicola Agudelo Thiago Motta Andreazzoli Preziosi oscar Criscito Genoa Var Prandelli Nuti Juric Ponte Morandi Genoa Piatek

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Il Genoa blocca la corsa alla Champions League dell’Atalanta. Parleremo del momento rossoblù con Beppe Nuti, direttore di Antennablu, nella 157ª puntata della rubrica di Pianetagenoa1893.net “Grifo d’Attacco”.

Aveva chiesto «sfacciataggine» al Genoa. «Nel giorno palindromo (ieri, 02-02-2020) si è verificato un risultato palindromo, 2-2. Un punto importante che dà autostima al Grifo che aveva ben impressionato già contro la Fiorentina. Nicola ha imbrigliato l’Atalanta, squadra sempre pericolosa in attacco, a cominciare dal grande lavoro senza palla degli attaccanti che hanno interpretato la partita in chiave moderna. Gasperini ha sbagliato a fare riferimento alla “disperazione“: il Genoa a Bergamo ha giocato a viso aperto e ha meritato il pareggio».

Il Grifone chiude il ciclo delle trasferte con due punti strappati su campi ostici. «Sono risultati che tacciono i pessimismi e confermano la bontà del lavoro di Nicola. Il mister sta creando una squadra, un gruppo unito dove ogni individualità deve sentirsi partecipe e utile alla missione salvezza. La rinascita di Sanabria (un n. 10 di classe) e la centralità tecnica di Schöne sono sue vittorie. Adesso serve anche una vittoria in trasferta che manca da troppo tempo».

Un rapido bilancio del mercato: la rosa è attrezzata per la salvezza? «Sì, la società ha corretto parte degli errori dell’estate innestando calciatori d’esperienza che conoscono l’ambiente come Perin, Iago Falque, Behrami, Masiello e Destro. Poi ci sono altri senatori, come Sturaro e Pandev, che se in forma fanno la differenza. Infine sono felice per Criscito: dopo una settimana nella quale è stato scritto di tutto, il capitano ha risposto sul campo scagliando in rete un macigno».

Il prossimo avversario al Ferraris sarà il Cagliari. «La forza della squadra di Maran è il centrocampo. Lì il Genoa ha squalificato Behrami, uomo d’equilibrio: sarà un’assenza pesante. Romero, invece, sarà rimpiazzato da Masiello, Goldaniga o Soumaoro. Il Genoa vive un buon momento ma è importante che non interrompa la striscia di risultati utili consecutivi».

Alessandro Legnazzi | Beppe Nuti

Clicca qui per leggere il precedente numero del Grifo D’Attacco

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.