GRIFO D’ATTACCO – Genoa, continua con questa sfacciataggine

Mister Nicola è stimolante nelle dichiarazioni, si vede che sta coinvolgendo ogni elemento della rosa

3141
Serie A Nicola Agudelo Thiago Motta Andreazzoli Preziosi oscar Criscito Genoa Var Prandelli Nuti Juric Ponte Morandi Genoa Piatek
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Il Genoa rimedia un punto contro la Fiorentina che fa classifica e morale. La squadra di mister Nicola esce con la porta inviolata dal Franchi. Parleremo del momento rossoblù con Beppe Nuti, direttore di Antennablu, nella 156ª puntata della rubrica di Pianetagenoa1893.net “Grifo d’Attacco”.

Punto guadagnato o due punti persi? «É un’occasione sprecata che fa arrabbiare, come ha giustamente detto Nicola. Il Genoa ha avuto quattro palle gol nelle quali ha inciso in parte Dragowski – deviazione di Milenkovic e il colpo di testa di Biraschi – e in altra parte la mancanza di cattiveria: passi il rigore di Criscito (il primo che sbaglia in carriera) ma l’occasione di Pinamonti è clamorosa. Bastava che fintasse sul sinistro per involarsi a porta vuota. Di positivo ho visto una prestazione da Serie A fatta di sofferenza all’inizio e di tante occasioni nel finale».

Nicola raccoglie il quarto punto in altrettante partite. «É un tecnico stimolante nelle dichiarazioni, si vede che sta coinvolgendo ogni elemento del Genoa. Il suo arrivo sulla panchina rossoblù è tardivo ma lavorando settimana dopo settimana può far crescere la squadra nella rapidità d’azione. Intanto ha trovato la quadra del centrocampo con Behrami, Schöne e Sturaro che ieri sera hanno vinto il duello con Benassi, Pulgar e Castrovilli».

Il mercato regalerà ancora qualcosa in entrata? «Siamo ai dettagli per Andrea Masiello. Per il resto è difficile perfezionare operazioni a cinque giorni dalla chiusura. Il Genoa ha bisogno di una seconda punta di classe da affiancare a Favilli perché il problema del gol dopo l’infortunio di Kouamé (quanto è mancato al Franchi…) è piuttosto evidente. Sono sicuro che mister Nicola rifiuta la politica del “prendere per prendere”; inoltre dobbiamo ancora vedere all’opera Eriksson».

Domenica ci sarà l’Atalanta che sovrasta 7-0 il Toro all’Olimpico. «I bergamaschi, trascinati dal talento di Ilicic e Gomez, hanno il miglior attacco del campionato: 57 gol fatti, quasi tre a partita. Però attenzione a non sottovalutare gli equilibri della Serie A, la Spal insegna. Il Grifo dovrà essere sfacciato cercando di fare risultato come mostrato a Firenze».

Alessandro Legnazzi | Beppe Nuti

Clicca qui per leggere il precedente numero del Grifo D’Attacco

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.