Gazzetta dello Sport, Mandragora è dell’Udinese

Niente Genoa, Marotta e Paratici convinti dai 20 milioni dei friulani. Che potrebbero diventare 35 contando anche Audero e Cerri...

3308
Mandragora
Rolando Mandragora (dalla sua pagina Facebook)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Alla fine non sarà il Genoa la prossima tappa da mettere a curriculum per Rolando Mandragora. Tra i litiganti (e dunque Atalanta e Monaco oltre al Grifone) l’ha spuntata l’Udinese, autrice di un blitz che ha convinto la Juventus. Così, anche se l’offerta più remunerativa proveniva dal Principato, Marotta e Paratici hanno optato per mantenere il controllo sul classe 1997 inserendo nell’operazione il diritto di recompra. Operazione definita su 20 milioni di euro, riporta stamani La Gazzetta dello Sport, con il club friulano interessato ad allargare la partnership coi campioni d’Italia: nel mirino infatti pure il portiere Emil Audero e l’attaccante Alberto Cerri, profili che sono peraltro stati dati in pasto anche al Genoa.

Se anche questi due nomi dovessero concretizzarsi, il patron Pozzo farà confluire a Vinovo 35 milioni di euro complessivi, parzialmente ricavati dalla cessione di Alex Meret al Napoli (30 milioni). Così facendo, la Juventus potrà finalmente sferrare l’assalto decisivo al terzino Joao Cancelo, finanziato per metà dalla cessione di Mandragora. Niente Genoa dunque: dopo Isla, Asamoah e Pereyra, Rolando Mandragor andrà a infittire gli affari sull’asse friulano-piemontese.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.