GAZZETTA DELLO SPORT – Preziosi: «Lascio, ma con i soldi veri non viene nessuno»

In un colloquio con il quotidiano sportivo il presidente spiega il fallimento della trattativa con gli inglesi: «Va dato il giusto valore al club»

13712
Preziosi
Preziosi al quartier generale del Genoa a Genova Pegli (Foto Genoa cfc Tanopress)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

In un colloquio telefonico con la Gazzetta dello Sport, Enrico Preziosi ha ribadito che «il Genoa sia in vendita ormai da tre anni. E ogni stagione spuntano due o tre persone che si dicono interessate. Io però non ho mai visto soldi veri». Grande stupore del presidente rossoblù quando ha appreso che la cordata ingelse di Gestio Capital e del patron del Leeds, Radrizzani, aveva rilasciato dichiarazioni alle agenzie di stampa: «Mai viste da parte mia andare a buon fine trattative fatte uscire prima sui giornali». Preziosi ha spiegato che c’era un accordo preesistente di riservatezza e l’uscita sulla stampa ha di fatto vanificato la trattativa.

Preziosi spiega ancora: «Se la tifoseria pensa che io non voglia vendere, si sbaglia. Non servono soldi per il sottoscritto, ma che riconoscano il giusto valore alla società». Il presidente prende ad esempio Commisso con la Fiorentina: «Tre mesi di trattativa in silenzio e affare concluso. Quanto ci sono i soldi veri…Servono interlocutori che non pensino al Genoa per farsi un po’ di pubblicità». Nessun riferimento nel colloquio con la “rosea” alle trattative con Boulgoute.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.