Il Pescara torna dopo quattro anni in serie A

Gli abruzzesi pareggiano a Trapani e sono promossi nella massima serie. Oddo: "Mi auguro che, a parte Lapadula, conteso tra le big della A, non si muova nessun altro“.

24
Trapani-Pescara (Maurizio Lagana/Getty Images)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Il Pescara pareggia 1-1 a Trapani e torna in serie A dopo quattro anni dalla promozione ottenuta con Zeman. I granata avrebbero dovuto rimontare il 2-0 dell’andata: dopo soli 5 minuti sembrava possibile grazie al gol di Citro, contestato dagli abruzzesi per un presunto fuorigioco. Nella ripresa il gol del pareggio di Verre e l’espulsione di Scognamiglio tra i siciliani: contestato l’arbitro e allontanato dalla panchina anche il ds Faggiano. A fine gara Oddo, l’allenatore del Pescara Massimo Oddo ha parlato a Sky Sport (ripreso da Mediagol.it) del suo futuro e dei suoi giocatori: “Beh, ci siamo conquistati la Serie A sul campo, ora voglio giocarmela col Pescara. Mi tengo ben stretto il Pescara, non vedo altre soluzioni, perché non le voglio. Però l’importante è che il gruppo ci sia e che sia solido: voglio in questo senso una risposta da parte della società. Mi auguro che, a parte Lapadula, conteso tra le big della A, non si muova nessun altro“. Sempre a Sky, Lapadula ha affermato: “Io ho sempre detto che il mio obiettivo era di portare il Pescara in A. La mia scelta sarà legata al progetto tecnico che per me è la prima cosa”. A fine gara Oddo ha consolato il tecnico avversario Serse Cosmi che è scoppiato in lacrime per la mancata promozione nella massima serie.

Oddo consola Cosmi dopo Trapani-Pescara
Oddo consola Cosmi dopo Trapani-Pescara

 

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.