Correva l’anno 2007: Borriello e Di Vaio segnano i gol vittoria del Genoa sul Cagliari, ma sono ammoniti

I due attaccanti si erano levati la maglia per esultare: il Grifone vinse 2-0 sui sardi

111
Marco Borriello segna il secondo gol in Genoa-Bologna del 6 gennaio 2013 (Foto Marco Luzzani/Getty Images)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Domenica 7 ottobre 2007, a settantatré anni esatti dal primo incontro e con lo stesso risultato del lontano precedente nella serie cadetta (era stato quello il secondo incontro in assoluto e il primo giocato tra le mura amiche in quella categoria dal club calcistico più antico d’Italia) si disputò al “Luigi Ferraris” l’incontro tra Genoa e Cagliari, vinto dai padroni di casa (al terzo successo consecutivo in soli dieci giorni dopo il 3-2 casalingo contro l’Udinese di mercoledì 26 settembre e il 2-1 esterno contro il Napoli di domenica 30 settembre), nuovamente nella massima serie dopo dodici anni di assenza.

Il Grifone vinse grazie a due reti di ottima fattura segnate nella ripresa con tiri con il piede sinistro che si insaccarono nell’angolino sinistro della porta da realizzatori sanzionati dall’arbitro Oscar Girardi di San Donà di Piave con il cartellino giallo per essersi successivamente tolti, in segno di esultanza, le casacche rossoblù: al 13’ «Super» Marco Borriello I (che nel primo tempo, al 5’. aveva impegnato il portiere Marco «conch’e dirigibili» Fortin in una non facile respinta con i pugni) con una splendida giravolta volante dal limite dell’area di rigore (la sfera fu solamente toccata dall’estremo difensore isolano) e al 28’ «Super» Marco Di Vaio con un preciso diagonale.

Nel finale entrambe le squadre ebbero l’occasione di andare a segno: al 38’ i padroni di casa, su calcio d’angolo battuto da Matteo Paro, con un colpo di testa del senegalese Papa Waigo N’Diayè deviato sul fondo da Fortin, e gli ospiti al 45’ con l’argentino Joaquin Oscar «el Bati» Larrivey, che si vide respinto il suo tiro di destro dal portiere brasiliano Fernando Moedim Rubens «Rubinho» in uscita bassa e la successiva deviazione volante da un difensore a pochi centimetri dalla linea di porta con la testa.

Stefano Massa

(membro del Comitato Ricerca e Storia del Museo della Storia del Genoa)

TABELLINO

Genova, domenica 7 ottobre 2007, Stadio “Luigi Ferraris”, ore 15,00

Genoa-Cagliari 2-0 [VII giornata del Campionato di Serie A 2007/2008]

Arbitro: Girardi [San Donà di Piave (VE)]

Spettatori: 24mila circa

Marcatori: 13’ del 2° tempo Borriello I, 28’ del 2° tempo Di Vaio

Genoa (3-4-2-1): 83 Rubinho; 24 Konko, 3 Bovo, 16 Lucarelli II; 7 Mar. Rossi, 19 Paro, 28 Jurić, 8 Danilo; 11 Leon (dal 36’ del 2° T.: 20 Papa Waigo), 14 Sculli (dall’11’ del 2° T.: 21 Di Vaio); 22 Borriello I (dal 46’ del 2° T.: 77 Milanetto). All.: Gasperini

Cagliari (4-4-2): 16 Fortin; 29 M. Ferri (dal 16’ del 2° T: 14 F. Pisano), 21 Canini, 20 P. Bianco, 31 A. Agostini; 10 Foggia, 5 D. Conti II jr., 18 Parola, 3 Del Grosso (dal 16’ del 2° T.: 7 A. D’Agostino); 32 Matri, 9 Acquafresca (dall’11’ del 2° T.: 19 Larrivey). All.: Giampaolo I

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.