Radu: «Niente alibi e testa alta, a Napoli per ripartire»

Una sconfitta che fa male, ma Radu pensa positivo, nonostante l'imminente trasferta di Napoli risulti proibitiva. «L'espulsione ci ha disorientati, ma niente alibi: a Napoli a testa alta per ripartire»

713
Radu
Radu (foto di Genoa CFC Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Nonostante i 4 gol incassati è stato uno dei pochi a salvarsi tra le fila del Genoa. Radu parla da leader, nonostante la giovane età. «L’espulsione ci ha disorientati, ma non dobbiamo trovare alibi: testa alta e consapevoli di essere forti. Questa sconfitta deve essere una mtoivazione per dare di più nelle prossime gare. L’espulsione un po’ ci ha condizionati, dovevamo essere più compatti e concentrati, secondo me non sarebbe finita così. A Napoli a testa alta, dobbiamo prepararla al meglio pensando che da qui alla fine saranno tutte finali. Comprendo la rabbia dei tifosi, li capisco. Noi dobbiamo dare di più e onorare la amglia. Oggi ci è mancata compattezza, soprattutto nel secondo tempo. Sconfitte di Udine e oggi? Le partite sono diverse, può succede di perdere così. L’Inter contro di noi ha fatto le migliori prestazioni stagionali, adesso dobbiamo guardare avanti e lavorare. Non dobbiamo guardare i risultati degli altri, altrimenti abbiamo già perso. Dobbiamo essere concentrati sul nostro lavoro pensando di fare sempre meglio».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.