Lettera/Rossana: “Perin, campione di genoanità”

"E' entrato in campo con un piccolo fagottino avvolto nella copertina: la sua piccola Vittoria" scrive la nostra lettrice

41
Perin porta in braccio la figlia Vittoria (Foto Genoa cfc Tanopress)
Mi sembra giusto sottolineare un gesto che a me ha dato conferma, semmai ce ne fosse stato bisogno, della genoanità di un nostro grande giocatore, il nostro capitano, grande capitano.
Mattia Perin è entrato in campo con un piccolo fagottino avvolto nella copertina: la sua piccola Vittoria, di poco meno di 2 mesi.
Ritengo questa, una grande grande cosa, da parte di un grande ragazzo genoano: ha voluto far capire subito alla sua piccola, la grandiosità del nostro popolo e cosa sono i nostri colori.
Grande Mattia, uno di Noi! 
Ora la mia parte romantica e illusa spera che Mattia resti ancora con Noi a difendere la nostra porta, perché sono convinta che le emozioni che ti da il Genoa non te li da neanche una finale di Champions con un altra divisa.
Ma ripeto; io sono una romanticona che sogna la stella, con lui in porta, il nostro Mimmo che torna finalmente a casa e ad allenarci il miglior allenatore che ho avuto il piacere di vedere al Genoa: il grande Gasp! 
Forza Genoa
Rossana
pilialvur@gmail.com