Lippi: “Juric nel segno della continuità con Gasperini”

L'ex ct della Nazionale campione del mondo nel 2006 parla dei due allenatori genoani

67
Lippi
Marcello Lippi (Foto Mark Metcalfe/Getty Images)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

“E’ vero che Juric è al suo primo anno in serie A, ma è in un ambiente che conosce perfettamente”. Marcello Lippi, ct dell’Italia campione del mondo nel 2006 e ora ct della Cina, ha espresso la suo opinione sul tecnico croato del Genoa e del suo predecessore Gasperini in una lunga intervista concessa al collega Beppe Nuti di Telenord. “E’ stato allenato dal suo mentore Gasperini che poi lo ha creato come tecnico” prosegue Lippi.  Dopo l’esperienza al Crotone, dove ha conquistato la promozione, Juric “ha iniziato un discorso interrotto” con la partenza di Gasperini. “Non dimentichiamo che Gasperini ha fatto un lavoro enorme al Genoa” aggiunge Lippi. La spettacolarità di Juric consiste nel “possesso palla, nella velocità e nell’aggressività. Caratteristiche che sono state mostrate con una grande squadra come la Juventus” conclude.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.