Gasperini: «Mi sono identificato con Genova. Preziosi? Una bella palestra di mercato»

«Genoa e Atalanta hanno la necessità di vendere i pezzi migliori per rigenerarsi» spiega il tecnico

5384
Gasperini Atalanta
Gian Piero Gasperini, Atalanta (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

In un’intervista concessa al Corriere della Sera, Gian Piero Gasperini è tornato a parlare del suo periodo al Genoa. «Sono rimasto quasi per otto campionati, vivendo una fetta importante della mia carriera. Mi sono identificato con Genova. Sono contento di ritrovare un ambiente entusiasta dopo le difficoltà dell’ultimo periodo» spiega l’attuale tecnico dell’Atalanta.

Genova, Genoa e non solo. Anche il rapporto con Enrico Preziosi, soprattutto durante la fase di calciomercato. «È stata una bella palestra – spiega Gasperini – ma poi ho proseguito la mia specializzazione in un’altra società che nel mercato estivo cambia spesso pelle. Questi club hanno la necessità di vendere i pezzi migliori per rigenerarsi».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.