ESCLUSIVA PG, Silvia Daelli: “Vi presento il Genoa Women, ragazze con tanta passione rossoblù”

Il presidente della squadra femminile, militante in serie B, racconta la nascita e lo sviluppo del progetto nato a Lavagna pochi anni fa

1830

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Diffondere la gloria e la tradizione del Grifone nel calcio femminile. E’ questo l’alto compito che si è assunto il Genoa Women, la giovane società di Lavagna militante nella serie B. La dirigenza, come spiega in questa intervista esclusiva a Pianetagenoa1893.net il presidente Silvia Daelli, si sta impegnando per assolverlo con tanta tenacia e pazienza contro le altre 11 avversarie in campionato: Arezzo, Castelvecchio, Lady Granata Cittadella, Empoli Ladies, Fortitudo Mozzecane, Inter, Lazio Women, Milan Ladies, Roma, Roma XIV Decimoquarto e San Zaccaria. L’allenatore è Mara Morin: il capocannoniere è Zhanna Ferrario con tre reti. Le ragazze rossoblù giocano allo stadio “Macera” di Rapallo: oggi alle 17.00 saranno impegnate ad Empoli per la quinta giornata. Il club ha anche la squadra Primavera: giocherà alle ore 14.00, sempre per la 5a giornata di campionato, contro l’Atalanta Mozzanica al “Cristoforo Colombo” di Moconesi.

Genoa Women è una squadra di calcio che milita nella Serie B femminile. Com’è nata l’idea di dare inizio a quest’avventura?

L’inizio è stato diverso da molti altri: abbiamo iniziato a sponsorizzare questa squadra che una volta si chiamava Lavagnese per il puro piacere di essere al fianco di un gruppo ragazze con grande passione e forza di volontà, poi visto che il campionato si stava facendo molto più competitivo rispetto a quando siamo entrati come sponsor mi é stato chiesto di entrare come presidente. Così è iniziato tutto ed oggi ci troviamo dove siamo.

Come sta andando il vostro percorso in campionato?

Il campionato al momento è appena iniziato e nelle prime quattro giornate abbiamo affrontato squadre che stanno ambendo alla massima serie collezionando tre pareggi consecutivi con Lazio, Ravenna e Fortitudo e subendo la prima sconfitta contro l’Inter.

Si sente spesso dire che il calcio femminile sia completamente diverso da quello maschile non solamente dal punto di vista fisico, ma in particolare da quello tecnico. Mi può parlare di questa sostanziale differenza?

Se devo essere sincera credo sia soltanto una questione di abitudine e di tempo. Si cerca spesso di fare paragoni tra il gioco maschile e quello femminile, ma a mio parere è un grosso errore. Comunque se si vuole parlare di fisicità chiaramente non posso dire che sia uguale, ma se vogliamo parlare di tecnica reputo che parecchie ragazze non abbiano nulla da invidiare ai colleghi maschi.

Qual è il vostro obiettivo stagionale?

Il nostro obiettivo è cercare di arrivare il più in alto possibile.

Che tipo di rapporto avete col Genoa?

Genoa Women è affiliata con Genoa CFC. Le due realtà lavorano di comune accordo per rendere sempre più sinergico e performante il percorso iniziato assieme.

Cliccando i numeri qui sotto si possono vedere le foto della prima squadra e della Primavera.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.