Simone Inzaghi: «Vittoria importante contro un Genoa in salute»

«Oggi affrontavamo una squadra in ottima salute: in tre delle ultime quattro partite disputate non aveva subito gol, pareggiando contro Fiorentina e Atalanta. Abbiamo segnato tre gol ma potevamo fare il quarto gol e chiudere la partita senza soffrire come è successo»

749
Inzaghi Lazio
Simone Inzaghi (da SS Lazio)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Non si ferma la Lazio, la vittoria contro il Genoa vale il ventesimo risultato utile consecutivo, e il -1 dalla capolista Juventus, in attesa di Inter-Sampdoria rinviata causa allerta coronavirus. Mister Inzaghi ha analizzato in conferenza stampa la vittoria, sofferta, dei suoi ragazzi in quel di Genova, soffermandosi anche sul delicato momento vissuto dall’Italia a causa dell’emergenza coronavirus. «Penso che per quello che sta succedendo sia giusto prendere delle precauzioni e le giuste prevenzione, cercando di capire il problema fermando il campionato. Non bisogna sottovalutare ciò che sta succedendo. Giocare a porte chiuse? No, assolutamente, i tifosi sono il succo del calcio, come oggi. Bisogna vivere il calcio con le tifoserie, la soluzione non è questa. Oggi affrontavamo una squadra in ottima salute: nelle ultime quattro gare disputate in tre non aveva subito gol, pareggiando contro Fiorentina e Atalanta. Abbiamo segnato tre gol ma potevamo fare il quarto gol e chiudere la partita senza soffrire nel finale come è successo. Questa è una rosa di amici che si diverte in allenamento e in campo. Vavro ha un marziano davanti a lui come Acerbi, ma ha fatto una partita monumentale dopo due mesi e mezzo senza giocare, ha lavorato per ritagliarsi delle giornate così, gli vanno fatti i complimenti. Io riconosco che stiamo facendo qualcosa di grandissimo, i ragazzi lo sanno e glielo dico senza nascondermi. In altri campionati saremmo in testa alla classifica, qui dobbiamo combattere contro Juventus e Inter, ma con il lavoro di tutti i gironi siamo li e ci giocheremo queste 13 partite nel miglior modo possibile. Acerbi ha avuto un problemino giovedì, venerdi e sabato non si è allenato, nel riscaldamento ha avuto un indurimento del soleo, speriamo non ci siano lesioni, appena rientreremo a Roma farà le analisi del caso. Danilo Cataldi lavora tanto, se fa gol ogni domenica può imitarmi sempre (ride). La rosa della Lazio è ben costruita, abbiamo un ds fuoriclasse, probabilmente alla vigilia del campionato non ci vedevano in certe posizioni, ma io ero fiducioso, vedevo ancora dei margini di miglioramento, nonostante i trofei vinti e le finali disputate». Finisce qui l’intervento di Simone Inzaghi

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.