Renato Zaccarelli: “Il Torino deve trovare più continuità di gioco e risultati”

L'ex colonna granata a Telenord: "Contro la Sampdoria ha disputato una gran partita, poi c’è stato il tonfo col Parma"

185
Belotti durante Cagliari-Torino (Foto tweet ufficiale Torino)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Il Torino non riesce a trovare continuità di prestazioni e di risultati. Contro la Sampdoria ha disputato una gran partita, poi c’è stato il tonfo col Parma. C’è voglia di ritrovare la fiducia”. Renato Zaccarelli, una delle colonne granata degli anni ‘70 ora commentatore a Sky Sport, ha fatto il punto a “We are Genoa” su Telenord riguardo al Torino, prossimo avversario del Genoa. Zaccarelli prosegue: “Sapere che il proprio allenatore non sta bene non è una cosa semplice da mandare giù. Mazzarri aveva ricevuto carta bianca: ma finora non tutto gli è riuscito bene”.

Possibile Jago Falque alle spalle di Belotti e Zaza? “Jago Falque è fisso e titolare – aggiunge Zac – ed è molto importante per il Torino. Si pensava che Mazzarri trovasse la coesistenza tra Belotti e Zaza, ma è più difficile del previsto. Meglio partire con Jago Falque largo e Belotti da solo in mezzo oppure cercare le due punti centrali. Questo perché il Genoa verrà a Torino per fare una partita accorta e colpire in contropiede”.

Il Torino stenta con le squadre che attendono? “Il Torino trova difficoltà quando imposta: servire in verticale Belotti non è la soluzione migliore. Le situazioni migliori sono quelle che partono dalle fasce, come da De Silvestri: altrimenti agendo nelle zone centrale la manovra non è efficace”.

Zaccarelli conclude sulle prestazioni altalenanti del Toro: “Occorre prendere a esempio la vittoria contro la Sampdoria al Ferraris. La società ha fatto dei grandi investimenti, ma una squadra che vuol raggiungere degli obiettivi deve avere continuità”.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.